ARS: MANOVRA TER, COMMISSARIO IMPUGNA ARTICOLI

ARS: MANOVRA TER, COMMISSARIO IMPUGNA ARTICOLI

Crocetta plaude l’operato del commissario dello Stato, Carmelo Aronica, che ha impugnato diversi articoli della finanziaria ter, soprattutto quelli riferiti ai contributi a pioggia: "Ha fatto bene” ha dichiarato il presidente della Regione Siciliana, così “L'impianto complessivo regge"

Print Friendly, PDF & Email

MANOVRA TER, COMMISSARIO IMPUGNA ARTICOLI –

Ars. Il commissario dello Stato per la Regione siciliana, Carmelo Aronica, ha bocciato soprattutto i contributi a pioggia: a partire da quelli per le facoltà teologiche di Palermo, Messina e Catania e per il Banco alimentare. Bloccati anche i fondi per gli ex dipendenti della Pirelli di Siracusa, e i 10 mila euro per le associazioni che si occupano di persone scomparse. Aronica ha impugnato dinanzi alla Corte costituzionale gli articoli 6, 8, 17, 22, 23, 47, 48, 49, 50, 51, 60, 61, 62, 63, 64, 65, 68, 69, 73, 74 e 75 della manovra ter. Il presidente della Regione Siciliana, Rosario Crocetta plaude l’operato del commissario: “Ha fatto un buon lavoro. Ha avuto il compito di regolare una eccessiva creatività che a volte si è manifestata a sala d’Ercole durante l’esame del disegno di legge. Regge l’impianto complessivo della manovra economica. Viene certificata la veridicità delle nostre uscite e la correttezza della spesa. E quindi l’equilibrio del nostro bilancio in una finanziaria che ha destinato 400 milioni di euro agli accantonamenti per i residui e quindi alla cancellazione di parte del debito”. Crocetta nel suo intervento tiene a evidenziare che saranno “assicurati gli stipendi a tutti i lavoratori degli enti regionali e per i precari per tutto l’anno, destinato un fondo congruo per le iniziative sociali e culturali, introdotta l’integrazione socio sanitaria e il contributo per l’inserimento lavorativo per i disoccupati più poveri”. Crocetta, inoltre afferma: “il commissario dello Stato riconosce valida la norma che preleva un contributo di solidarietà dalla pensioni superiori a 50 mila euro ma riserva la destinazione di tale somme all’implementazione del fondo e non al bilancio della Regione. Questa norma è alla base di una legge che taglierà le pensioni d’oro. Piena condivisione per le altre impugnative che ad esempio tendevano a legittimare pensioni non in linea come quelle dell’Irsap e Eas. Poi dice: “ci dispiace per i fondi al banco alimentare a alla facoltà di teologia. tal proposito vareremo a una legge specifica”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook