Archiviato in | Musica, Spettacolo

EMIS KILLA RACCONTA LA SUA VITA PRIVATA – INTERVISTA

EMIS KILLA RACCONTA LA SUA VITA PRIVATA – INTERVISTA

Emis Killa. Il singolo del cantante “Maracanà”, è diventato ufficialmente il tormentone dell'estate. L'artista ha letteralmente fatto “esplodere” la piazza durante la tappa catanese del Radio DeeJay Tour a Catania.

Print Friendly, PDF & Email

EMIS KILLA RACCONTA LA SUA VITA PRIVATA – INTERVISTA

“Questa sera c’è il delirio a … Catania!”. Emis Killa ha letteralmente fatto “esplodere” la piazza durante la tappa catanese del Radio DeeJay Tour a Catania. Con il singolo “Maracanà”, infatti, è diventato ufficialmente il tormentone dell’estate.

Ti aspettavi di diventare il tormentone estivo?

“No. Tutto è nato perchè abbiamo provato a fare un buon singolo per il mondiale Sky. E alla fine è risultato azzeccatissimo. Diciamo che per quest’estate meglio di così non poteva andare”.

Ah proposito di estate, in questi giorni sei stato più volte in Sicilia. Che rapporto hai con questa isola?

“Per metà sono siciliano, perchè mia mamma è palermitana. Adoro questa regione. Mi piace la gente, il clima, il mangiare e ovviamente le ragazze”.

Dentro cos’hai di siciliano?

“Penso quasi tutto perchè sono cresciuto con mia mamma e i suoi parenti del sud. Sicuramente avrò anche qualcosa di brianzolo che è il luogo dove vivo”.

Stasera sul palco salirai anche con Max Pezzali e J-Ax. Possono essere definiti i tuoi “zii”?

“Si direi proprio di si. Max, oltre ad essere un mio amico, sono un suo super fan. Nonostante cantiamo e suoniamo insieme, capita che in viaggio mi ascolto un suo disco. A volte quando conosci un artista e ne diventi amico ti cala il fascino nei suoi confronti. Con Max non è assolutamente così. Anzi è proprio l’opposto. Le canzoni di Max le lego a tanti ricordi soprattutto quando ero sbarbissimo”.

Partendo proprio dal tuo singolo “A cena dai tuoi”. Chi sei nella vita privata?

“Bella domanda, se vuoi stiamo qui fino a domani e te lo spiego. Tutto sommato sono un ragazzo normale come tutti gli altri. Ho dei limiti come ad esempio non andare a ballare come un ragazzo normale perchè non stai tranquillo la sera poichè tutti voglio le tue attenzioni. Un privilegio è sicuramente alzarmi tutti i giorni la mattina felice di quello che faccio”.

Quando componi un tuo brano, pensi ai giovani che lo ascolteranno?

“Si, diciamo che più che pensare alle conseguenze penso a quello che devo dire. Non sparare cavolate”.

Ma come nasce un brano?

“E’ impossibile da spiegare perchè dipende da tanti fattori. Da idee che si hanno in testa o da quello che vedi. Potrei scrivere un pezzo anche su te che adesso mi stai intervistando”.

Ti abbiamo visto impegnato nella conduzione televisiva. Televisione o musica dove ti senti più “a casa”?

“La musica assolutamente. La televisione è interessante ed è un bel mondo che può aprire tante strade ma leva attenzione alla mia musica. È stata una bella esperienza ma credo che la metterò in stand-by per un pò”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook