Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CORLEONE (PA): BADANTE SEPPELLISCE ANZIANO PER RISCUOTERE LA PENSIONE

CORLEONE (PA): BADANTE SEPPELLISCE ANZIANO PER RISCUOTERE LA PENSIONE

La badante è una cinquantenne, si chiama Maria Antonietta Di Mattia. La donna, che da vent’anni accudiva l’anziano, ha deciso di occultare il corpo dell'uomo dopo la morte, continuando a percepire la sua pensione per due anni. A permettere alla polizia di ricostruire i fatti è stata la stessa badante, che ha deciso di confessare l’accaduto all’avvocato Antonio Di Lorenzo. La Di Mattia ha confessato di aver nascosto il corpo dell'87enne, morto nel 2012, in un appezzamento di terreno. Dopo la sua deposizione gli investigatori si sono recati sul luogo descritto e hanno trovato il cadavere avvolto dentro un sacco nero di plastica.

Print Friendly, PDF & Email

CORLEONE (PA): BADANTE SEPPELLISCE ANZIANO PER RISCUOTERE LA PENSIONE

Corleone. Antonino Cutrò, pensionato, 87 anni, è stato seppellito in campagna nelle campagne di Corleone. La polizia scientifica ha recuperato un corpo, avvolto dentro un sacco nero della spazzatura. Potrebbe essere il cadavere del pensionato, seppellito due anni fa dalla sua badante, Maria Antonietta Di Mattia, 50 anni. il cadavere è stato ritrovato nelle campagne di Corleone in contrada Piano Di Corte, dove, il medico legale dovrà eseguire una prima ricognizione sul quel che resta del corpo e soprattutto sulle ossa. La posizione della donna è ancora al vaglio del Pm Ciro Santoriello della procura di Termini Imerese, che coordina le indagini. La donna, accudiva ormai da diversi anni l’anziano nella propria abitazione, avrebbe occultato il cadavere per continuare a riscuotere la pensione. È stata la stessa badante a confessare tutto, dopo essersi confidata con un legale, Antonio Di Lorenzo. La Di Mattia, vistasi ormai scoperta, in un primo momento aveva pensato di togliersi la vita; quando si è presentata nello studio dell’avvocato Antonio Di Lorenzo aveva la borsa piena di psicofarmaci. Il legale l’ha convinta a raccontare tutto agli uomini del commissariato e a collaborare con la giustizia. L’avvocato ha spiegato: “È venuta nel mio studio. Mi ha detto che voleva farla finita, voleva suicidarsi non ce la faceva più a sopportare quella situazione. Dopo averla rasserenata ho chiamato la polizia”. La donna stessa, che non è ancora in stato di fermo, ha indicato anche il luogo dove avrebbe seppellito il corpo del pensionato, nei pressi di una piccola costruzione di sua proprietà. Da circa vent’anni l’uomo si era trasferito da Bivona, nell’Agrigentino, a Corleone. Qui aveva conosciuto Maria Antonietta Di Mattia. La donna si occupa in paese di diversi anziani. Le condizioni in cui vive sono definite dagli investigatori molto disagiate. Cutrò da qualche anno si era trasferito nella casa popolare della donna. Nel novembre del 2012 la badante, secondo quanto ha raccontato agli investigatori, avrebbe trovato morto l’uomo dopo essere tornata a casa e avrebbe deciso di seppellirlo per continuare a incassare la sua pensione. La polizia era già sulle tracce di Maria Antonietta Di Mattia. La misteriosa scomparsa di Antonino Cutrò, che da tempo non si faceva vedere in paese, era stata infatti segnalata al commissariato di Corleone. Gli agenti avevano avviato le indagini accertando che la pensione dell’anziano veniva regolarmente incassata.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook