Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CATANIA: ARRESTATA TITOLARE CASA DI RIPOSO

CATANIA: ARRESTATA TITOLARE CASA DI RIPOSO

Era una struttura abusiva in provincia di Catania l’immobile è stato sequestrato dai Nas. Durante l’ispezione sono stati trovati in stato di abbandono otto ultra ottantenni che venivano maltrattati e si trovavano in una situazione di indigenza e abbandono.

Print Friendly, PDF & Email

CATANIA: ARRESTATA TITOLARE CASA DI RIPOSO

Catania. All’interno di una casa di riposo per anziani nel catanese, i carabinieri del Nas durante una ispezione che rientra nell’ambito dei controlli disposti del ministro della Salute Beatrice Lorenzin alle strutture socio sanitarie per anziani, hanno trovato otto ultra ottantenni in precarie condizioni di salute ed erano in stato di abbandono e maltrattati. Gli ospiti della struttura abusiva dopo sono stati sottoposti a controllo medico e presentavano gravi piaghe da decubito, erano malnutriti, disidratati, sporchi e privi di assistenza socio-sanitaria. Per la titolare della casa di riposo sono scattati gli arresti domiciliari. I carabinieri del Nas hanno verificato, tra l’altro, che la struttura privata non aveva le autorizzazioni previste dalla legge, mancava dei requisiti igienico-sanitari e strutturali nonché delle necessarie figure professionali come gli operatori socio-assistenziali e gli infermieri. All’interno della struttura era presente una sola persona, tra l’altro non qualificata, che offriva assistenza agli otto anziani, di cui sette non autosufficienti. Per il loro sostegno e ospitalità i familiari pagavano una retta mensile di circa 800 euro. Sempre i carabinieri, hanno sequestrato la residenza sociosanitaria abusiva del valore di circa 300 mila euro, dopo che le competenti autorità hanno provveduto ad affidare quattro anziani ai familiari, tre ai servizi sociali del comune per la successiva sistemazione in strutture idonee e a ricoverare il più grave presso il presidio ospedaliero “Garibaldi”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook