Archiviato in | Musica, Spettacolo

LIGABUE ACCENDE I 25MILA DEL CIBALI

LIGABUE ACCENDE I 25MILA DEL CIBALI

25 mila spettatori allo stadio Massimino. Questo è il primo dei due concerti che il Liga tiene a Catania. Ieri standing ovation per quasi due ore e mezza di concerto. L’artista, oltre a presentare i brani del suo ultimo lavoro discografico ha inserito nella scaletta una carrellata di brani che hanno compreso nuovi e vecchi successi. Stasera si replica ma è già tutto esaurito.

Print Friendly, PDF & Email

LIGABUE ACCENDE I 25MILA DEL CIBALI

Ligabue. Stasera si replica e già è tutto esaurito. Standing ovation, ieri, quando il Liga si è presentato sul palco nel primo dei due concerti di Mondovisione tour previsti a Catania. Alle spalle del rocker una scritta “Chi doveva pagare non ha mai pagato” e poi grandi fiaccole virtuali hanno acceso il Massimino di Catania. Poi sullo schermo gigante una serie di messaggi presi dai testi delle canzoni, ma anche vere e proprie frasi e citazioni di Jimi Hendrix, Indro Montanelli e dell’evangelista Matteo: sul grande maxischermo da 528 metri quadrati che sovrasta il palco, aforismi sul potere, anche più potenti dell’indignazione per i dati sul costo della politica italiana. Tra la veicolazione di comunicazioni le osservazioni sullo stato di un’Italia dissanguata da anni dalla “malapolitica” e il malaffare, in uno concerto concentrato sulla ipertecnologia e la potenza della musica. Sparati sul pubblico 800 mila watt di amplificazione sonora per raccontare le canzoni per uno show durato quasi due ore e mezza, che ha raccontato la storia di Ligabue.
Il cantante durante il concerto ha interpretato quasi tutto l’album “Mondovisione”, includendo brani famosissimi come “Urlando contro il cielo”, “Balliamo sul mondo”, “A che ora è la fine del mondo”, “Tra palco e realtà”, “Certe notti”, “Piccola stella senza cielo”, e altri accompagnati dal fragore potentissimo dei 25mila presenti del Massimino arrivati da ogni dove, tanto da far erompere il Liga in una frase non tanto convenzionale: “Sono in Mondovisione, minchia!”. Ieri sera è stata un’apoteosi. Sicuramente sarà così anche oggi. Intanto l’amministrazione comunale ha fatto chiudere al traffico l’area dello stadio. Accordo con i taxisti per le tariffe uniche a 10 euro a corsa.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook