Archiviato in | Cabaret, Spettacolo, Teatro

DARIO BALLANTINI SI RACCONTA – INTERVISTA

DARIO BALLANTINI SI RACCONTA – INTERVISTA

Dario Ballantini nei vari anni ha interpretato le imitazioni di oltre cinquanta personaggi inseriti nel Tg satirico di “Striscia la notizia”. Ballantini, imitatore, comico, pittore e attore, testimonial per l’anniversario del Parco Commerciale Le Zagare ha rilasciato al nostro giornale una intervista durante la quale ha raccontato la sua storia e i suoi progetti

Print Friendly, PDF & Email

DARIO BALLANTINI SI RACCONTA – INTERVISTA

Dario Ballantini. Oltre cinquanta sono i personaggi che l’imitatore Dario Ballantini ha portato nei vari anni nel Tg satirico di “Striscia la notizia”. Ballantini, testimonial per l’anniversario del Parco Commerciale Le Zagare, è un personaggio poliedrico: imitatore, comico, pittore e attore. Ballantini ha rilasciato al nostro giornale una intervista durante la quale ha raccontato la sua storia e i suoi progetti:

In quale si sente più a suo agio?

“Già da bambino volevo fare sia l’attore che il pittore, le ho sempre mischiate bene le cose. Quando uno è solo a dipingere ballantini_dario_attore_2sicuramente è un momento più intimo. Comunque non scindo granché le due attività”.

Come nasce un personaggio?

“Alcuni nascono perché mi vengono commissionati da Antonio Ricci, altri sono nati per la passione per certi artisti come Vasco Rossi e Gino Paoli. Ultimamente nascono dall’attività politica. Adesso mi stanno facendo interpretare i personaggi di spicco della politica italiana”.

È capitato che qualcuno dei “reali” si sia riconosciuto totalmente nei suoi personaggi?

“Gino Paoli, Vasco Rossi, Gianni Morandi ed anche il presidente Marini mi hanno detto che siamo molto simili”.

Quello a cui è più legato?

“Valentino è quello che ha colpito più di tutti però sono legato all’imitazione di Gino Paoli perché era un trucco difficile. Uno dei più aderenti alla realtà”.

Quest’anno ha “vestito” i panni di Papa Francesco, ma non pensava che qualcuno potesse interpretarlo male?

“All’inizio si, poi mi sono accorto che ci poteva stare perché lui è una persona molto aperta con il pubblico e molto espansiva”.

I suoi personaggi divertono gli italiani, ma quanto è difficile strappare una risata?

“Molto ma la gente ha bisogno di staccare la spina dalle tristezze quotidiane. Può essere difficile ma senz’altro è necessario. Quindi la gente lo accetta di buon grado”.

Progetti futuri?

“Personaggi nuovi si faranno il prossimo anno a Striscia la notizia. Adesso porterò nei teatri il mio spettacolo su Lucio Dalla dal titolo “Da Balla a Dalla”, dove racconto tutta la mia passione che poi è diventata amicizia con lui”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook