Archiviato in | Musica, Spettacolo

BACCINI E MASSA: COME NASCE IL TOUR ALLA GENOVESE – INTERVISTA

BACCINI E MASSA: COME NASCE IL TOUR ALLA GENOVESE – INTERVISTA

Print Friendly, PDF & Email

Baccini e Massa. “Alla Genovese” è stato il tour che Francesco Baccini e Marco Massa hanno portato nel salotto televisivo di “Insieme” condotto da Salvo La Rosa ed in onda su Antenna Sicilia. I due cantautori hanno portato i loro grandi successi ed hanno raccontato i loro nuovi progetti. Due nomi che hanno regalato dei brani musicali che fanno parte della cultura musicale italiana.

Come nasce “Alla Genovese”?

“Nasce per una ragione economica, appunto alla genovese, per risparmiare. Siamo due cantautori che ci siamo conosciuti sul palco ed abbiamo deciso di andare in giro insieme. Portare un bello spettacolo sulla musica dove entrambi presentiamo le nostre canzoni e ci uniamo nei pezzi di Tenco. Genovese perché abbiamo risparmiato sulle persone. Francesco suona il pianoforte e canta, Marco suona le chitarre elettrice ed acustiche e canta”.

Come nasce un brano?

“Non ci sono delle regole, bisogna solo essere costanti nello scrivere. Come l’operaio va a lavora in fabbrica, un cantautore deve svegliarsi la mattina e scrivere. Qualsiasi cosa, studiare lo strumento e da li nascono le canzoni. A volte i brani si sognano la notte”.

Tanta esperienza alle spalle, ma come vedete la musica di oggi?

“La musica è stata massacrata. È un sottofondo. La musica è ovunque ma non c’è. Viviamo di una musica imposta, vai in un locale ed ascolti musica che non hai scelto. Quando una cosa è troppa , non vale più niente. Quando eravamo piccoli rubavamo i soldi per comprare i dischi. Oggi la musica è troppo accessibile e come tutte le cose gratis va a finire che non vale più niente. Oggi si parla solo di personaggi, robe che durano qualche mese. Fare musica è altra. La tv ha creato un mostro e non c’è più rispetto per la musica”.

E come vi spiegate il successo dei talent?

“Se domenica prossima allo stadio invece di fare giocare i calciatori, diciamo che giocano i primi 11 che arrivano e normale che la gente va allo stadio il giovedì. La carriera di un artista non si misura così, se tu fai un successo così subito, altrettanto subito finisci. Il successo non è una canzone ma stare dopo vent’anni”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook