Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

PORTO EMPEDOCLE (AG): UCCIDE IL FIGLIO A COLTELLATE

PORTO EMPEDOCLE (AG): UCCIDE IL FIGLIO A COLTELLATE

La tragica vicenda si è svolta a Porto Empedocle nell’agrigentino. Pietrino Falzone, pescatore di 57 anni è stato arrestato per omicidio. Secondo la sua versione si sarebbe difeso dal ventiquattrenne Salvatore che era tornato a casa ubriaco e aveva cominciato a picchiarlo.

Print Friendly, PDF & Email

Porto Empedocle. Ha ucciso il figlio con una coltellata al culmine di una furiosa lite. La tragica vicenda si è svolta la notte scorsa a Porto Empedocle nell’agrigentino. L’omicida si chiama Pietrino Falzone, 57 anni, pescatore. Fermato dai carabinieri, durante l’interrogatorio ha confessato affermando di avere agito per legittima difesa. Falzone ha spiegato agli inquirenti di avere accoltellato al torace il figlio Salvatore, di 24 anni, che lo avrebbe aggredito per l’ennesima volta dopo essere tornato a casa ubriaco. La madre ha lanciato la richiesta di aiuto avvertendo il 118 e i carabinieri della locale stazione. Il giovane è stato trasportato d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento, dove poi è morto. In passato, la vittima era stato arrestato dopo che il padre lo aveva denunciato per averlo picchiato e aver minacciato entrambi i genitori compresa la sorella minore. Dopo la sua confessione, Pietrino Falzone è stato accusato di omicidio volontario. Sono ancora in corso le indagini per stabilire il movente e l’esatta dinamica dell’omicidio.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook