Archiviato in | Musica, Spettacolo

IL VOLO IN CONFERENZA STAMPA, INTERVISTA PER INFORMASICILIA

IL VOLO IN CONFERENZA STAMPA, INTERVISTA PER INFORMASICILIA

Il Volo: Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble, sono pronti a calcare il palco del Teatro Antico di Taormina per uno degli eventi più attesi e prestigiosi del cartellone di “Tao Arte”. Una giovane età ma un talento che smuove le montagne.

Print Friendly, PDF & Email

Il Volo.  Doppio appuntamento con “Il Volo” a Taormina. Durante la conferenza stampa è stato ufficializzato che oltre al 20 luglio, si è aggiunta anche la data del 21 con il concerto de “Il Volo”.  Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble, sono pronti a calcare il palco del Teatro Antico di Taormina per uno degli eventi più attesi e prestigiosi del cartellone di “Tao Arte”.  Una giovane età ma un talento che smuove le montagne.

Qual è il segreto del vostro rapporto e della vostra unione?

“Sicuramente rispettarci l’uno con l’altro e l’amore per la musica che ci accomuna”.

Salire sui migliori palchi del mondo, davanti a milioni di persone. Che emozione si prova?

“Ogni volta che facciamo un concerto e vediamo tutta quella gente e come rincontrare una famiglia. Soprattutto perché noi dietro il palco non vediamo l’ora di trasmettere le nostre emozioni”.

La prima volta che vi siete visti cosa avete pensato?

“C’è stata subito un alchimia particolare, unica. O sole mio è stata la prima canzone che abbiamo cantato insieme ed è stato subito un successo”.

Quanto dovete ad Antonella Clerici ?

“Più che altro a Roberto Cenci, perché lui ci ha messo insieme essendo il regista di “Ti lascio una canzone”.

E quanto a Tony Renis ?

“Lui è stato il primo produttore dei tre album ed insieme a Michele Torpedine, che è il nostro manager, dobbiamo tanto perché ci hanno portato in America”.

Il ricordo più bello dell’America?

“ Forse dovresti fare la domanda inversa. Qual è il ricordo dell’Italia? Siamo qui uno, due mesi l’anno. Siamo affascinati dagli Stati Uniti e dalle persone perché hanno tanta voglia di amare e di scoprire le cose”.

E il rapporto con l’Italia?

“Amiamo di più il nostro paese. Quando stai lontano da qualcosa , capisci ancora di più quanto lo ami e lo vuoi nella tua vita. Non vediamo l’ora di ritornare in Italia ed appezzare le nostre bellezze”.

Com’è cambiata la vostra vita?

“Completamente anche perché stiamo dai 9 ai 10 mesi all’anno fuori. Siamo stati in ogni angolo del mondo e questo è stupendo. Un sogno che si realizza in un età di vent’anni. Ne abbiamo fatte davvero tante, però siamo consapevoli che nella vita può succedere di tutto e quindi conviene rimanere umili e con i piedi per terra. L’importante  è restare umili come ci hanno insegnato le nostre famiglie”.

A Taormina cosa ci aspetta?

“Sarà una serata molto emozionante perché il primo concerto italiano ed unica tappa italiana. Ci divertiremo e ci sarà tanto romanticismo perché noi cantiamo canzoni d’amore e con il cuore”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook