Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CATANIA: SLITTA IL PROCESSO AI LOMBARDO PER VOTO DI SCAMBIO

CATANIA: SLITTA IL PROCESSO AI LOMBARDO PER VOTO DI SCAMBIO

Slitta per una mancata notifica il processo per voto di scambio ai Lombardo. La prima udienza del dibattimento che riguarda l'ex presidente della Regione Siciliana e il figlio Toti è stato rinviato al 9 ottobre prossimo.

Print Friendly, PDF & Email

Catania. Slitta la data del processo per voto di scambio all’ex presidente della Regione Siciliana, Raffaele lombardo e al figlio Salvatore Federico Michele, detto Toti. La Procura di Catania ne aveva disposto la citazione diretta saltando la richiesta di rinvio a giudizio, davanti il giudice monocratico della Quarta sezione penale. Così, per mancata notifica la prima udienza del processo per reato elettorale di cui sono imputati i Lombardo è stata rinviata, al prossimo 9 ottobre. Secondo l’accusa, sostenuta dai pm Lina Trovato e Rocco Liguori, in occasione delle elezioni per il rinnovo dell’Ars del 28 ottobre 2012, avrebbero promesso posti di lavoro in cambio di voti in favore del candidato Toti, attuale parlamentare regionale. Il lavoro sarebbe stato promesso a Ernesto Privitera e ad Angelo Marino in favore dello stesso Marino e di Giuseppe Giuffrida, quest’ultimo in seguito effettivamente assunto. Giuffrida, Privitera e Marino sono anch’essi accusati per lo stesso reato elettorale.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook