Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CATANIA: IN COMA DA 4 ANNI, CONDANNATI MEDICO E INFERMIERE

CATANIA: IN COMA DA 4 ANNI, CONDANNATI MEDICO E INFERMIERE

Giuseppe Marletta di professione architetto si era rivolto all'ospedale per un banale intervento chirurgico. L’uomo si sottopose a una anestesia generale per la rimozione dei punti di sutura in metallo che gli erano stati applicati alla mascella. Sei mesi di reclusione ciascuno per i due dipendenti del Garibaldi.

Print Friendly, PDF & Email

Catania. Giuseppe Marletta, 46 anni, è in coma vegetativo dal primo giugno 2010, quando nell’ospedale Garibaldi-Nesima si sottopose a una anestesia generale per la rimozione dei punti di sutura in metallo che gli erano stati applicati alla mascella dopo l’asportazione del frammento di una radice dentale. Per questa vicenda il giudice monocratico di Catania Giuseppina Montueri ha emesso la sentenza che prevede sei mesi di reclusione ciascuno all’infermiere Carlo Terrano e al medico anestesista Silvio Budello, entrambi dipendenti dell’ospedale Garidaldi di Catania, sono imputati di lesioni gravissime nei confronti dell’architetto Giuseppe Marletta, in coma vegetativo da quattro anni a seguito di un banale intervento chirurgico. Il giudice ha anche disposto una provvisionale di 80 mila euro per la moglie e i figli dell’uomo.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook