CATANIA: GLI EX DIPENDENTI WINDJET FANNO SENTIRE LA LORO VOCE

CATANIA: GLI EX DIPENDENTI WINDJET FANNO SENTIRE LA LORO VOCE

Dopo due anni di silenzi da parte delle istituzioni, gli ex lavoratori della Windjet si sono dati appuntamento per manifestare in piazza Università a Catania. La loro iniziativa affinchè le istituzioni non si dimentichino di loro. Tra le iniziative un appello al sindaco Bianco affinchè attenzioni la loro vertenza in corso.

Print Friendly, PDF & Email

Catania. Tornano alla ribalta con tutti i loro problemi gli ex lavoratori Windjet scegliendo la piazza per far sentire la loro voce. Abbandonati, senza prospettive, sono i lavoratori della compagnia aerea siciliana leader del low cost che ha chiuso definitivamente l’attività con un concordato liquidatorio. Gli ex dipendenti, quasi 500, avevano contratti a tempo indeterminato e hanno usufruito e stanno ancora usufruendo della cassa integrazione, ma a molti di loro, non basta questa garanzia temporanea, per quanto sia applicata a lungo termine. Quel che hanno cercato di chiedere in questi anni è sempre stato un intervento deciso e determinato delle istituzioni finalizzato a far riprendere l’attività della compagnia aerea. Non è arrivata nessuna risposta e un gruppo di ex lavoratori ha convocato in piazza Università, un sit in con il quale vogliono cercare di sensibilizzare, anche l’amministrazione comunale, ma anche gli altri soggetti politico-istituzionali che, a vario titolo, possono provare a fare qualcosa per dare ancora una speranza a chi vuol tornare a volare. Poi si appellano al sindaco Enzo Bianco, che in questi mesi ha difeso situazioni estremamente delicate, per esempio quella della Micron.

Nel comunicato il gruppo spiega spiega le motivazioni del gesto: “Dopo due anni di silenzi da parte delle istituzioni nonché dei sindacati (a cui molti avevano aderito) e considerando che non è stato adottato nessun tipo di intervento per alleviare la loro disagiata situazione, i dipendenti Wind Jet in Cassa Integrazione hanno deciso di tornare a far sentire nuovamente la loro voce. Oggi un folto gruppo di ex-dipendenti si riunirà in un sit in pacifico onde richiamare l’attenzione delle autorità al fine di ottenere udienza al sindaco e per esporgli di persona le loro attuali e reali condizioni e proporre una collaborazione costruttiva istituendo un tavolo di concertazione per possibili ricollocazioni”. Durante il presidio gli ex lavoratori hanno ricevuto la notizia di una convocazione al Comune, notizia accettata positivamente e per l’occasione hanno organizzato una delegazione per conferire con le autorità preposte.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook