Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

AUTOTRENO SPERONA PULLMAN DI STUDENTI. SOLO LIEVI FERITE E TANTA PAURA

AUTOTRENO SPERONA PULLMAN DI STUDENTI. SOLO LIEVI FERITE E TANTA PAURA

Incidente sulla Palermo-Catania, all'altezza di Scillato autotreno sperona pullman di studenti. Incidente che ha causato molta paura a una scolaresca in gita. Molti ragazzini sono sotto choc dopo l'impatto. L’episodio ha provocato code di chilometri lungo l’autostrada in direzione Catania.

Print Friendly, PDF & Email

Autotreno sperona pullman di studenti. Un camion ha tamponato un pullman con a bordo una scolaresca in gita d’istruzione. L’incidente è avvenuto sull’autostrada A19, Palermo-Catania all’altezza di Scillato in direzione del capoluogo etneo. Tanti i ragazzini sotto choc dopo l’impatto. Un paio di studenti, secondo quanto reso noto dalla Polstrada, ha riportato solo lievi ferite. Dopo il sinistro è scattato l’allarme sono intervenuti la polizia stradale, i sanitari del 118 e gli operatori dell’Anas. Notevoli sono disagi al traffico causati dall’impatto che ha provocato lunghe code per diversi chilometri. Le forze dell’ordine sono a lavoro per appurare la dinamica dell’incidente.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook