Archiviato in | Calcio, Sport, Sport Brevi

CALCIO SERIE A: MILAN – CATANIA 1-0

CALCIO SERIE A: MILAN – CATANIA 1-0

Milan, non in forma, ma vince grazie a un tiro di Montolivo da 30 metri. Ancora una sconfitta fuori casa, ancora un errore di Andujar, ancora una delusione nonostante una prova onorevole. Nel giorno dell'esordio di Pellegrino su una panchina in Serie A, gli etnei cedono così anche al cospetto del Milan

Print Friendly, PDF & Email

Calcio serie A. Catania condannato alla ventunesima sconfitta della stagione. Un tiro da 30 metri. Neanche tanto imprendibile. Eppure è stato sufficiente per battere l’insicuro Andujar e far non più sperare in un miracolo salvezza. Questa sconfitta è la quindicesima di diciassette trasferte, la sesta nelle ultime sei gare. Il Milan non fa alcuno sforzo. Quanto basta, però, per conquistare la quarta vittoria consecutiva e punire mister Pellegrino, al debutto su una panchina in Serie A, e la sua squadra ormai messa non tanto bene, che si trova ultima in classifica inutile. L’ultimo posto a meno8 dalla zona salvezza è la naturale conseguenza di un cammino che ha determinato ai rossoazzurri  un misero punto in ben nove giornate di campionato. E’ chiaro che il nuovo tecnico rossazzurro non può fare miracoli e prova a giocare senza rivoluzionare l’organico che non consente modifiche, ma cercando di aiutare i calciatori a livello psicologico infondendo coraggio al gruppo con un 4-2-3-1 in cui Lodi e Rinaudo restano nella parte bassa mentre Plasil, Barrientos e Leto sono chiamati a dare sostegno a Bergessio. Un tentativo di non chiudersi e di creare i presupposti per combinare qualcosa in davanti.

La partita è rimasta sempre in mano al Milan e l’episodio che ha deciso il match è stato caratterizzato, da molti errori in appoggio e poca passione. Il Milan non ha mostrato la sua vera forza e Kakà non ha per niente dimostrato il suo valore, Balotelli non si è mosso più di tanto, Taarabt ha tentato qualche fuga in avanti concedendosi a volte lunghe pause. La mediocre prestazione dei ragazzi di Seedorf si è manifestata in una prestazione senza emozioni e gestendo non tanto bene l’incontro anche dopo la superiorità numerica causata dall’espulsione di Rinaudo. Per quanto riguarda l’attività degli etnei è stata caratterizzata da due tiri a giro di Barrientos, uno dei quali neutralizzato in tuffo da Abbiati, che hanno testimoniato la buona volontà e il convincente approccio alla gara del Catania. Spietato è arrivato il gol degli uomini di Seedorf al primo tiro nello specchio della porta. La firma è di Montolivo che ha provato con un destro da 30 metri su punizione passata lateralmente da Balotelli: Andujar si è mosso come sempre con lentezza e la palla si è insaccata senza lode nella porta dei rossoazzurri. Comunque il Catania, è rimasto dignitosamente in partita sino al termine del match tirando fuori i problemi nel settore attacco. A parte una punizione di Lodi mandata in angolo da Abbiati, i rossazzurri non hanno mai dimostrato carattere senza mai dimostrare di essere offensivi così come da copione e con il solito risultato.

TABELLINO

MILAN-CATANIA 1-0

Milan (4-2-3-1): Abbiati 6.5; Bonera 6, Mexes 6, Rami 6, Constant 6 (33′ st Emanuelson 6); De Jong 6, Montolivo 6.5; Poli 6 (29′ st Abate 6), Kakà 5.5 (42′ st Pazzini sv), Taarabt 6; Balotelli 6. (1 Amelia, 59 Gabriel, 26 Silvestre, 81 Zaccardo, 17 Zapata, 14 Birsa, 8 Saponara, 7 Robinho). All: Seedorf 6.

Catania (4-2-3-1): Andujar 5; Gyomber 6, Spolli 6, Rolin 5.5, Monzon 5.5; Rinaudo 5, Lodi 5.5; Leto 5 (14′ st Castro 5.5), Barrientos 6, Plasil 6 (32′ st Izco sv); Bergessio 5 (37′ st Boateng sv). (1 Frison, 6 Legrottaglie, 34 Biraghi, 33 Capuano, 7 Fedato, 26 Keko, 32 Petkovic). All.: Pellegrino 6.

Arbitro: De Marco 5.5

Rete: nel pt 23′ Montolivo.

Note: recupero 1′ e 3′. Angoli: 7-7. Ammoniti: Barrientos, Rolin, Plasil, Monzon per gioco scorretto; Mexes per comportamento non regolamentare. Espulso Rinaudo per doppia ammonizione. Spettatori: 33.014 per un incasso di 757.558,79 euro.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook