Archiviato in | Calcio, Sport, Sport Brevi

CALCIO CATANIA: LE PAROLE DI PELLEGRINO PRIMA DI CATANIA-MILAN (VIDEO)

CALCIO CATANIA: LE PAROLE DI PELLEGRINO PRIMA DI CATANIA-MILAN (VIDEO)

Torre del Grifo Village, le parole di Mister Pellegrino in vista del suo debutto contro il Milan domani alle ore 20.45 stadio San Siro

Print Friendly, PDF & Email

Calcio Catania. Svolta al Centro Sportivo “Torre del Grifo Village”, la seconda conferenza di Pellegrino in vista del match contro il Milan che i rossoazzurri disputeranno domani alle ore 20.45 allo stadio Giuseppe Meazza.

Come si guida una squadra contro il Milan, abituata a giocare con due mediani e tre uomini attacco, vedremo il classico tridente cercare di aprire un po’ la difesa avversaria o magari l’utilizzo del trequartista che cerca di schiacciare un po’ la linea tra i mediani e i difensori?

Fedato, Boateng, per nominarne due, quanta possibilità c’è di vedere volti tra virgolette nuovi nel match di domani? Quanto conteranno le doti tecniche e quanto le motivazioni dei singoli?

Tremeranno un po’ le gambe domani, il debutto a San Siro è sempre un po’ particolare?

Se tremano a me non è un problema, l’importante è che la squadra abbia la convinzione giusta, gli allenamenti della settimana fanno ben sperare.

Lei aveva affermato che il modulo non ha importanza, cosa ha detto ai ragazzi per fare interpretare questo nuovo modo di giocare?

Prima di parlare di modulo ho cercato di imporre un idea di gioco, una convinzione in ciò che loro fanno, la loro interpretazione è stata molto professionale

Alvarez fuori dai convocati, per esigenza tecnica?

Da questo momento la responsabilità di chi parte e chi non parte è mia, la società ha messo a disposizione tutti e tutti hanno la possibilità di giocare . Per quanto riguarda Alvarez ho deciso di lasciarlo qui per averlo nelle migliori condizioni la settimana prossima

Mancano tre calciatori in difesa, possibilità di vedere Izco terzino?

Le soluzioni ce ne sono e sono diverse, quindi domani deciderò in maniera definitiva chi schierare , questa partita va vissuta diversamente, bisogna giocarla per tutti i 90 minuti.

In quale posizione staranno testa, cuore è personalità?

Indipendentemente dalla scala e dall’ordine, sono tutte componenti fondamentali, è una squadra che non ho visto bene dal punto di vista psicologico, io spero che la partita venga giocata nel migliore dei modi.

La regola di avere più personalità con il possesso palla è stato un qualcosa su cui ha studiato, ha in mente qualcosa sulla zona rossa, qualcosa tra le linee?

Assolutamente si quello che probabilmente in questo momento serviva è proprio questo, la condizione di definire determinati meccanismi e di averli recepiti. Sulla “zona rossa” abbiamo lavorato tantissimo , in funzione del compagno e le risposte sono state davvero determinanti.

Qual è la sua sensazione dopo una settimana di lavoro, c’è la voglia di provarci fino alla fine?

Non avrei avuto nessun problema che probabilmente in campo era meglio non entrarci. Invece dico qui che comunque queste sei partite verranno disputate col massimo impegno, con la massima concentrazione.

Qual’è l’obiettivo che si dà a breve e quello che si darà nel futuro?

Per spaziare si parla di progetto societario, l’ho detto e lo ribadisco in questo momento di difficoltà legato ai risultati, sotto quest’aspetto la società è una garanzia assoluta. Noi abbiamo il dovere di pensare solo alla partita di domani senza pensare ad altro.

L’allenatore è definito sempre un uomo solo, Platone diceva che alla base dell’insuccesso c’è l’accontentarsi…

Io credo che la necessità sia quella di avere un atteggiamento costruttivo nei confronti dei giocatori e nei confronti di tutti coloro che operano all’interno. Credo che questo sia stato fatto e qualcosa si sia ricompattato.

Tormentone di questa stagione è anche il ruolo dei portieri Frison e Andujar, lei ha pensato anche a questo?

Si ho pensato anche a questo, adesso faremo il punto della situazione con Petralia e Irrera.

Le chiedo di Leto, come l’ha trovato fisicamente?

Leto è uno dei giocatori che in questa settimana mi ha fatto vedere tantissimo, dal punto di vista dell’atteggiamento, dell’impegno e di fare qualcosa in più, come tutti d’altronde.

Monzon è stato schierato terzino , centrocampista e anche attaccante, lei come lo vede?

Io lo vedo un giocatore con grandi potenzialità. Poi dipende dall’interpretazione che dai, lui per caratteristiche è un esterno di una difesa a quattro, se dovesse fare il centrocampista alto può avere qualche limite ma può avere anche un ottimo cambio di passo, è un giocatore che può fare tutti e due i ruoli se le interpretazioni sono ottimali.

Quale sarà l’aspetto da non sottovalutare domani e dove non dovrà sbagliare il Catania?

Sotto l’aspetto motivazionale le mie indicazioni possono aiutare ad affrontare una gara forse anche proibitiva, per affrontarla con grande motivazione.

Pensa che affrontare il Milan sia la peggiore sfida che potesse capitare al Catania o al contrario?

Il Milan è una squadra in salute, noi dobbiamo crearci qualcosa di grande in noi stessi.

C’è qualcosa che vuole rivedere nel Catania promosso a Taranto?

Si mi piacerebbe tanto vivere ogni settimana quello che si è vissuto quel giorno, quindi anche forti di questo ricordo, qualcosa in più sicuramente faremo.

Questi giocatori sono stati coloro che hanno compiuto l’impresa lo scorso anno, bisogna solamente dare serenità e ricercare l’impresa domani?

Io tralascio ciò che è stato l’anno scorso e quest’anno, ho deciso di ricominciare da zero. E non pensare fondamentalmente a ciò che è stato.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook