Archiviato in | Cronaca Sindacale, Lavoro, Politica

MICRON, FORMULATA L’INTESA

MICRON, FORMULATA L’INTESA

La multinazionale di microelettronica ridurrà da 419 a 320 unità le unità lavorative. L’accordo dovrebbe consistere nell’assorbimento di 170 dipendenti da parte di STMicroelectronics. A Catania gli esuberi passerebbero da 127 a 39. I sindacati ripetono che la soddisfazione potrebbe arrivare solo quando si sarà trovata la soluzione occupazionale per tutti i lavoratori in esubero.

Print Friendly, PDF & Email

Micron. Nella notte al ministero del Lavoro è stata formulata una ipotesi d’accordo sulla vertenza Micron che prevede la riduzione degli esuberi della multinazionale di microelettronica da 419 a 320 unità e la STMicroelectronics ha dato la disponibilità ad assorbire i 170 lavoratori. A comunicare i termini dell’accordo, Luca Vecchio, segretario di Ugl Metalmeccanici di Catania, evidenziando che nel capoluogo etneo gli esuberi passerebbero da 127 a 39 unità. Prima dell’ufficializzazione, l’intesa dovrà essere avallata dalle assemblee dei dipendenti.  Positivo il giudizio della Uilm: “Abbiamo individuato una buona soluzione – ha spiegato Luca Colonna, segretario nazionale – ma saremo soddisfatti solo quando avremo trovato la soluzione occupazionale per tutti”. Secondo Colonna: “sono stati scongiurati i licenziamenti  e sono previste soluzioni occupazionali certe per più di due terzi degli interessati. Inoltre, c’è almeno un anno di tempo per individuare, attraverso incentivi all’uscita, ‘outplacement’, progetti di ricerca finanziati dalla Ue tramite le Regioni, le soluzioni per il rimanente un terzo dei lavoratori”.

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook