Archiviato in | Spettacolo

PALERMO: APPUNTAMENTO CON IL CINEMA FRANCESE

PALERMO: APPUNTAMENTO CON IL CINEMA FRANCESE

Rendez-vous, appuntamento con il nuovo cinema francese, quarta edizione del festival esclusivo dedicato al nuovissimo cinema d’Oltralpe.

Print Friendly, PDF & Email

Palermo. Si apre a Roma dal 2 al 6 aprile 2014: Rendez-vous, appuntamento con il nuovo cinema francese, quarta edizione del festival esclusivo dedicato al nuovissimo cinema d’Oltralpe. Il viaggio parte dalla Capitale e, nell’arco di più di un mese, toccherà le città di: Palermo  (12-13 aprile 2014) | Cinema le Rouge et le Noir), Bologna, Torino, Milano, e da quest’anno Napoli. Ciascuna ripresa accoglie parte della programmazione romana e un focus dedicato a un ospite speciale. Iniziativa dell’Ambasciata di Francia in Italia, la manifestazione è realizzata dall’Institut français Italia, in collaborazione con Unifrance films, con la partecipazione dell’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici. BNL Gruppo BNP Paribas, per il quarto anno consecutivo, è main sponsor della rassegna. Inoltre il festival beneficia del sostegno dell’Institut français, della Fondazione Nuovi Mecenati – fondation franco-italienne pour la création contemporaine, de l’Hotel Sofitel Rome Villa Borghese, di Yves Saint Laurent Beauté e di Groupama Assicurazioni. La direzione del progetto è affidata a Alix Davonneau, responsabile dell’audiovisivo dell’Ambasciata di Francia, la direzione artistica del festival a Vanessa Tonnini. Quaranta titoli circa, per un viaggio che attraversa tutti i generi, dalla produzione popolare a quella più sofisticata, dai campioni di incasso alle pellicole indipendenti. Quattro le sedi romane della manifestazione: il Cinema Quattro Fontane e la Casa del Cinema ospitano la Sezione Novità e Anteprime, panoramica completata da Cineasti del presente, sezione curata dall’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici, mentre il Maxxi – Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, sarà sede di un evento dal titolo: Visioni tra cinema e fotografia in Francia e in Italia: la posa e il movimento, che mette a confronto artisti italiani e francesi. I film, proiettati in versione originale, sottotitolati in italiano, sono presentati da registi e attori francesi. Ad aprire il festival, presso il Cinema Quattro Fontane, una commedia brillante, popolare e politica a firma Bertrand Tavernier: QUAI D’ORSAY, adattamento del graphic novel di grande successo: I segreti del Quai d’Orsay di Christophe Blain e Abel Lanzac, premio speciale della giuria per la sceneggiatura al Festival di San Sebastián. A 72 anni, il prolifico Maestro (regista, autore e critico cinematografico), ci regala un ritratto satirico del Gabinetto del Ministro degli Esteri Alexandre Taillard, interpretato da un vulcanico Thierry Lhermitte, cui fa controcanto la voce piana e consumata di Niels Arestrup che interpreta il direttore di Gabinetto – a lui è andato il César 2014 del migliore secondo ruolo. A presentare il film a Roma, in anteprima nazionale, lo stesso regista Bertrand Tavernier accompagnato dal giovane attore Raphaël Personnaz. Sarà presentato in anteprima italiana AIMER, BOIRE ET CHANTER, l’ultima opera firmata dal compianto Alain Resnais, frizzante e colorata commedia degli equivoci, inno lieve e ironico alla saggezza e a un cinema libero. Resnais sarà protagonista di un omaggio nella tappa bolognese del festival (10 aprile – 11 maggio) e il suo HIROSHIMA MON AMOUR, nella versione restaurata, sarà proiettato come film di chiusura della tappa romana. Approda dal Festival di Berlino l’ultimo lavoro di Michel Gondry, IS THE MAN WHO IS TALL HAPPY? AN ANIMATED CONVERSATION WITH NOAM CHOMSKY (distribuito in Italia da I wonder Pictures), che, attraverso illustrazioni, fantasiose tecniche d’animazione e riprese in 16mm, racconta una conversazione con il celebre professore del MIT, padre della linguistica moderna. Gondry, che sarà presente e protagonista di una piccola retrospettiva nella tappa palermitana del festival, che si tiene il 12 e il 13 aprile, “entra” nella testa di Chomsky per un ritratto intimo e filosofico. Dopo il pluripremaiato e acclamato Séraphine (7 Césars), Martin Provost presenta in anteprima VIOLETTE (distribuito in Italia da MoviesInspired), biopic letterario dedicato alla tormentata scrittrice Violette Leduc (Emmanuelle Devos) e al suo incontro con la musa Simone de Beauvoir (Sandrine Kiberlain). Ancora un personaggio fuori dal mondo, marginale, ma magico e lirico, il protagonista di ATTILA MARCEL, l’ultimo film di Sylvain Chomet, suo primo in live action, una favola sull’infanzia perduta, colorata e musicale, tra Buster Keaton e Jacques Tati. Tra gli autori emergenti del nuovo cinema francese, Guillaume Brac giunge per la prima volta in Italia per presentare a Roma e il 7 aprile a Napoli TONNERRE, suo primo lungometraggio, menzione speciale della Giuria FICC/IFFS al 66° Festival di Locarno, raffinato e passionale dramma dai riflessi noir. E ancora un Focus sul cinema al femminile attraverso due registe. Fabienne Godet con UNE PLACE SUR LA TERRE focalizza l’obiettivo sulla solitudine del tempo presente per orchestrare l’incontro tra due anime perdute. Sceglie invece di intrecciare un doppio registro temporale (gli anni Ottanta e gli anni Quaranta) Diane Kurys (regista di Coup de foudre, nomination all’Oscar come miglior film straniero nel 1984) che presenta POUR UNE FEMME, ultimo capitolo della sua autobiografia familiare, affresco romanzesco e appassionato interpretato, tra gli altri da Mélanie Thierry e Denis Podalydès. La commedia alla francese avrà come portabandiera Jean Paul Salomé con JE FAIS LE MORT (presto in sala con Bolero Distribuzione), scoppiettante commedia poliziesca. A Dany Boon, in coppia con Valérie Bonneton, è affidata una divertente commedia anti-romantica e popolare, a metà tra road movie e film d’avventura, dal titolo: EYJAFJALLAJOKULL | TUTTA COLPA DEL VULCANO di Alexandre Coffre (in uscita con BIM Distribuzione). Brillante, ricca di trovate e di piacevoli personaggi secondari è AMOUR ET TURBULENCES | LOVE IS IN THE AIR di Alexandre Castagnetti (in uscita con Nomad Distribution), commedia romantica interpretata da Ludivine Sagnier. Vira al grottesco e insegue la screwball comedy, TIP TOP, noir e tagliente satira sociale, terzo film dell’attore Serge Bozon, con un trio di attori formidabile: Isabelle Huppert, François Damiens, Sandrine Kiberlain. Sul fronte noir, cast d’eccezione: Mathieu Amalric, Karin Viard, Maïwenn Le Besco, Sara Forestier, Denis Podalydès per L’AMOUR EST UN CRIME PARFAIT anteprima italiana a firma dei fratelli Jean-Marie e Arnaud Larrieu, cinico thriller chabroliano che riflette su apparenze e debolezze umane, ambientato nel maestoso scenario delle alpi svizzere. Dal maestro del neopolar Fred Cavayé arriva invece l’adrenalico thriller MEA CULPA, interpretato da Vincent Lindon. Del regista franco-ciadiano Mahamat-Saleh Haroun sarà presentato il suo ultimo film: GRIGRIS, favola thriller, che racconta l’Africa, tra drammi sociali e candidi sogni. Altro ospite speciale di Rendez-vous: Rithy Panh con L’IMAGE MANQUANTE (in uscita in Italia con MoviesInspired), primo film cambogiano candidato all’Oscar e premiato a Cannes 2013, evocazione di un’infanzia e di una famiglia distrutta dai Khmer Rossi. A rappresentare il cinema d’animazione, tre nuovissimi titoli: TANTE HILDA!, nuova favola ecologica di Jacques-Rémy Girerd & Benoît Chieux. Quindi, MINUSCULE – LA VALLÉE DES FOURMIS PERDUES di Hélène Giraud & Thomas Szabo, campione di incassi in Francia, racconto in 3D dell’avventurosa amicizia tra una formica e una coccinella. JACK ET LA MÉCANIQUE DU CŒUR è invece una favola romantica e dark rock prodotta da Luc Besson e diretta da Stéphane Berla e Mathias Malzieu, scrittore, cantante e chitarrista dei Dionysos, uno dei gruppi rock francesi più celebri. Accademia di Francia a Roma – Villa Medici | Cineasti del presente Come nelle passate edizioni, l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici cura la sezione Cineasti del presente, dedicata alle opere prime e seconde di registi emergenti presentate per la prima volta in Italia. Sei i film in programma, due dei quali vedono protagonista l’attore Vincent Macaigne: 2 AUTOMNES 3 HIVERS di Sébastien Betbeder e LA BATAILLE DE SOLFÉRINO di Justine Triet. La sezione propone anche il secondo film di Rebecca Zlotowski, GRAND CENTRAL – presentato nel 2013 a Cannes, interpretato da Léa Seydoux – e TIREZ LA LANGUE, MADEMOISELLE, secondo lungometraggio di Axelle Ropert. Entrambe le registe saranno presenti al festival. Tra le opere prime selezionate, DES ÉTOILES della cineasta franco-senegalese Dyana Gaye, che incontrerà il pubblico dopo la proiezione e MA BELLE GOSSE, esordio alla regia di Shalimar Preuss con un ritratto personale e toccante sull’infanzia. Per il secondo anno l’Associazione culturale internazionale Reset-Dialogues on Civilitations (www.resetdoc.org), collabora con il festival assegnando il premio Reset-Dialogues on Civilitations dedicato, quest’anno, a Rithy Panh. Speciale MAXXI | Visioni tra cinema e fotografia in Francia e in Italia: la posa e il movimento al MAXXI | Roma, 12 e 13 aprile Si rinnova per il secondo anno la collaborazione con il Maxxi con un evento a cura di Bruno Di Marino dal titolo: Visioni tra cinema e fotografia in Francia e in Italia: la posa e il movimento, una riflessione sulle molteplici relazioni tra immagine statica (fotografia) e dinamica (film e video), attraverso l’opera di artisti francesi e italiani. La rassegna è composta da film, cortometraggi, documentari, sperimentali o di finzione, basati sull’utilizzazione della fotografia come elemento strutturale. Alcune delle opere presentate sono state realizzate da celebri fotografi come Henri-Cartier Bresson, Raymond Depardon, William Klein, altre da autori che hanno sempre alternato la fotografia al cinema come Agnès Varda, Chris Marker, Paolo Gioli, altre da nuovi artisti, come Luca Manes e Antonello Matarazzo che, grazie all’integrazioni delle nuove tecniche digitali, scardinano le coordinate spazio-temporali, ridisegnando un rapporto inedito con lo spettatore. Il ciclo sarà coronato dalla venuta dell’artista Eric Rondepierre. NOVITÀ 2014 | COPRODUCTION FORUM: FRANCE – ITALIA | 2 Aprile 2014, Roma PALAZZO FARNESE L’Institut français Italia e l’Ambasciata francese in Italia, organizzano la prima edizione del Coproduction Forum France-Italie, realizzato in partenariato con Unifrance, Regione Lazio, Commission du Film de Île-de-France, Roma-Lazio Film Commission, e in collaborazione con CNC e Mibact. A seguito della firma a Cannes, nel maggio 2013, della Convenzione relativa al sostegno e allo sviluppo della coproduzione delle opere cinematografiche italo-francesi, in una fase delicata e critica dell’economia europea, il festival Rendez-vous rilancia la discussione e porta nella Capitale una delegazione francese per un forum di discussione con i rappresentanti italiani per rilanciare gli scambi e l’interazione, creare l’opportunità di colloqui e la promozione di nuovi progetti. Arriveranno a Roma | LA DELEGAZIONE FRANCESE DI RDV 2014 Bertrand Tavernier, regista di Quai d’Orsay; Raphaël Personnaz, interprete di Quai d’Orsay; Fabienne Godet, regista di Une place sur la terre; Diane Kurys, regista di Pour une femme; Martin Provost, regista di Violette; Guillaume Brac, regista di Tonnerre; Michel Gondry, regista di Is the tall man happy?; Rebecca Zlotowski regista di Grand Central; Diana Gaye regista di Des étoiles. Ad accompagnare il festival, la delegazione di Unifrance con la Direttrice Generale, Isabelle Giordano, il Presidente, Jean Paul Salomé, Gilles Renouard (Vice Direttore generale) e Maria Manthoulis (Responsabile dei festival e degli artisti). Le interviste con gli ospiti si svolgeranno nella splendida cornice della terrazza del Sofitel Rome Villa Borghese, che da quattro anni presta l’eleganza e il prestigio dei suoi spazi alla manifestazione. MASTER CLASS & INCONTRI CON GLI ARTISTI Nel corso del festival romano si svolgeranno incontri e dibattiti, animati da artisti francesi accompagnati da personalità italiane del cinema legate al mondo francese. Agli incontri, realizzati in collaborazione con la Scuola D’arte cinematografica Gian Maria Volontè, si aggiungono due master class. La prima, Il cinema come autobiografia personale in cui la giornalista Maria Teresa Marchesi (TG3), incontra Diane Kurys il 4 aprile ore 17 Casa del cinema. La seconda masterclass, Cinema invenzione linguaggio vedrà Massimo Gaudioso (sceneggiatore e regista) incontrare Michel Gondry, 11 aprile ore 11.30, sempre alla Casa del Cinema.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook