Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CATANIA: BRUCIÒ IL CUGINO TROPPO RUMOROSO, 30 ANNI DI CARCERE

CATANIA: BRUCIÒ IL CUGINO TROPPO RUMOROSO, 30 ANNI DI CARCERE

Antonino Marino nel 2013 uccise Marco Castro a Paternò cospargendolo di benzina e poi appiccando il fuoco. Il gup di Catania Flavia Panzano, al termine del processo con il rito abbreviato, ha condannato a 30 anni di carcere Antonino Marino, di 36 anni, per l'omicidio del cugino, Marco Castro, 25 anni

Print Friendly, PDF & Email

Catania. Antonino Marino, 36 anni, condannato per l’omicidio del cugino, Marco Castro, 25 anni, al quale il 23 aprile dello scorso anno a Paternò, in provincia di Catania, gli diede fuoco dopo avergli cosparso il corpo di benzina. Il gup di Catania Flavia Panzano, al termine del processo con il rito abbreviato, lo ha condannato a 30 anni di carcere. Il gup ha accolto la richiesta del pubblico ministero Giuseppe Sturiale. Il movente del gesto sarebbe stato il dissidio su questioni condominiali tra i due: Castro, che abitava nell’appartamento al piano di sopra, era accusato da Marino di essere troppo rumoroso. L’omicida 36enne avrebbe acquistato e versato addosso al cugino una tanica che conteneva dieci litri di benzina. Quando il cugino è rientrato lo ha cosparso di liquido e ha appiccato il fuoco. La vittima morì tre giorni dopo nell’ospedale Civico di Palermo con ustioni sul 95 per cento del corpo.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook