Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

RAGUSA: RAPTUS DI GELOSIA, PICCHIA LA MOGLIE E LA SFIGURA

RAGUSA: RAPTUS DI GELOSIA, PICCHIA LA MOGLIE E LA SFIGURA

Accecato dalla gelosia pensando di essere stato tradito un meccanico ragusano di 40 anni, ha brutalmente picchiato e sfigurato la moglie. La vicenda è successa a Ragusa. L’aggressore è stato arrestato e si trova ai domiciliari.

Print Friendly, PDF & Email

Ragusa. Il fatto è successo nel capoluogo ibleo, un meccanico quarantenne, furioso di gelosia, ha brutalmente picchiato la moglie trentenne colpendola al viso con un corpo contundente, pare tablet, procurandole fratture al volto, alla mascella e al naso. I medici del pronto soccorso la hanno giudicata guaribile in 45 giorni. L’aggressore è stato arrestato dai carabinieri per lesioni personali gravissime con l’aggravante di averle procurate alla moglie. L’uomo è stato arrestato e posto ai domiciliari. La donna è stata malmenata ieri nella casa dove viveva la coppia. Una volta accompagnata al pronto soccorso e raccontato il fatto, i sanitari del 118 d’istanza all’ospedale di ragasa,  hanno avvertito subito i carabinieri. Dopo la medicazione la vittima interrogata sulla causa delle tremende fratture e lesioni riportate al volto ha raccontato come si sono svolti i fatti ai militari. I carabinieri hanno subito arrestato il marito, che era anche lui in ospedale e lo hanno portato in caserma dove è stato interrogato e posto ai domiciliari. Agli agenti l’aggressore non ha mostrato pentimento per il gesto e ha ammesso le proprie responsabilità. Gli investigatori hanno accertato che tra i due era sorto un diverbio durante il quale il marito aveva insultato la moglie perché riteneva che lo tradisse, poi è nata una violenta discussione al culmine della quale l’uomo ha colpito ripetutamente la moglie al volto, che si è accasciata al suolo.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook