Archiviato in | Calcio, Sport, Sport Brevi

CALCIO SERIE A: SASSUOLO – CATANIA 3-1

CALCIO SERIE A: SASSUOLO – CATANIA 3-1

Vince il Sassuolo che mette veramente nei guai gli etnei. Adesso per il Catania arriva la dura sfida contro la Juventus al "Massimino".

Print Friendly, PDF & Email

Calcio serie A. Ultima squadra in classifica contro penultima, Di Francesco contro Maran, sei anni di differenza tra i due mister ma simile esperienza in Serie A a livello di presenze. Tutto fa ben sperare per una partita all’ultimo gol. Sono le 14.41 quando sono comunicate le formazioni ufficiali:

Sassuolo (4-3-3): Pegolo; Mendes, Cannavaro, Ariaudo, Longhi; Brighi, Magnanelli, Missiroli; Sansone, Floccari, Floro Flores. A disposizione: Pomini, Polito; Bianco, Gazzola, Terranova, Chibsah, Biondini, Masucci, Farias, Sanabria, Zaza. Allenatore: Di Francesco.

Catania (4-3-3): Andujar; Peruzzi, Bellusci, Legrottaglie, Biraghi; Izco, Lodi, Rinaudo; Keko, Bergessio, Barrientos. A disposizione: Ficara, Monzon, Capuano, Gyomber, Alvarez, Plasil, Fedato, Leto, Boateng, Petkovic. Allenatore: Maran

Emozione palpitante sugli spalti, complice anche l’abbassamento dei prezzi per rendere così lo stadio quasi pieno. L’inizio è del Catania, il primo pallone del match. Al 2′, capitan Magnanelli serve un ottimo pallone ad Antonio Floro Flores che però col mancino non riesce a correggere in rete. Ancora Sassuolo al 3′ con Sansone che scatta sulla linea del fuorigioco ma viene fermato da Andujar in extremis, ma sul ribaltamento di fronte è Keko che arriva alla conclusione ma la sua conclusione si spegne sul palo. Inizio incredibile. Ci prova ancora Floro Flores, con un nuovo look, il suo destro è neutralizzato da Mariano Andujar. Bene ancora Sansone all’8′ che salta secco Peruzzi e prova un destro dove però Andujar respinge bene. Si rivede il Catania sempre con Keko che prova un pallone dentro ma Cannavaro dice di no e mette in calcio d’angolo quando siamo al 14′. Ci prova Brighi al 18′, il suo tiro dalla distanza è neutralizzato dal numero 21 etneo. Prima ammonizione del match è per Missiroli al 19′, il numero 7 neroverde atterra Barrientos per evitare la ripartenza siciliana, inevitabile il giallo. Ottimo calcio di punizione guadagnato dal Catania, Bergessio si libera sulla destra e viene poi atterrato da Longhi. Lodi sul pallone, 21′, punizione mal sfruttata visto il fallo in attacco dei rossoazzurri. Ancora Floro Flores al 23′, il suo destro dalla distanza è neutralizzato da Mariano Andujar. Primo giallo anche per i siciliani, arriva per Gino Peruzzi, il numero 2 rossoazzurro viene ammonito dall’arbitro Valeri per aver rallentato il gioco. Ottima chance per il Catania, Keko passa un no-look Biraghi che serve a sua volta Bergessio, ma il suo colpo di testa è troppo alto, nell’occasione brutta botta per Cannavaro. Grande giocata del Catania al 31′ che libera al tiro Bergessio e dopo uno grande stop sigla un gran bel gol sul secondo palo. Primo cambio per il Catania che vuole evitare errori, fuori un nervoso Peruzzi entra Pablo Alvarez al 33′. Ci prova Lodi da lontanissimo quando siamo al 36′, tanta potenza e poca precisione nel mancino. Prima sostituzione per il Sassuolo, fuori Pedro Mendes entra Gazzola per i neroverdi. Fine del primo tempo che si avvia con un buon possesso palla rossoazzurro con il Sassuolo che seppur con un baricentro molto alto non riesce ad essere pericoloso. Tre minuti di recupero. Finisce qui un primo tempo giocato in maniera sontuosa dai rossoazzurri, meno bene il Sassuolo che dopo un inizio da sogno si è spento a dir poco, tanti errori al centrocampo soprattutto da parte di Magnanelli, frutto anche di un pressing dei centrocampisti etnei. L’errore da non compiere per il Catania è quello di credere di averla già vinta.

Inizia il secondo tempo, nessun cambio per il Catania mentre per il Sassuolo entra Zaza fuori Brighi: Sassuolo a trazione anteriore. Neroverdi ad un passo dal pareggio, Magnanelli mette una palla dentro interessantissima, Ariaudo devia di testa ma la sua conclusione è troppo larga. Il Catania prova a tenere il campo, ma il Sassuolo è bravo a ripartire quando può. Ottima azione dei padroni di casa che trovano un ottimo pallone in mezzo da parte di Floro Flores che trova Zaza,  spara una botta di sinistro alle spalle di Andujar, 1-1, tutto da rifare per i rossoazzurri quando siamo al 12′ della  ripresa. Occasionissima per il Sassuolo, con i neroverdi che partono 4 contro 3, ma Magnanelli sbaglia tutto anzicchè tirare prova un improbabile passaggio filtrante controllato con sicurezza dagli etnei. Ancora Sassuolo al 14′, Floro Floris uncina un pallone con grande classe, ma il suo destro è tanto potente quanto impreciso. Incredibile chance per il 2-1 da parte del Sassuolo, Floccari servito in mezzo prova un colpo di testa, Biraghi miracoloso allontana  il pericolo. Ottimo pallone in mezzo sempre da Floro Flores, Missiroli è il più lesto a mettere la sfera dietro le spalle di Andujar, 17′ grande delusione per il Catania. Ci prova ancora Sansone che si accentra e prova un mancino che però viene bloccato da Andujar. Incredibile come il Catania si sia improvvisamente spento. Ancora super Sassuolo con Floccari che salta Legrottaglie nell’uno contro uno, prova poi un destro con Andujar che stoppa. 22′ punizione terrificante di Floro Flores con Andujar che il pericolo. Sul calcio d’angolo è Zaza a colpire di testa ma il suo tentativo è innocuo. Ammonizione per l’ex di turno, ammonito al 23′ Marcello Gazzola per una spinta su Keko. Ci prova Bergessio al 24′, il suo colpo di testa è assolutamente facile da parare per Pegolo. Grance chance per il Sassuolo, Sansone e Floccari duettano, con il primo che arriva alla conclusione mancina ma fuori di poco. Doppio cambio per il Catania al 25′, fuori i due esterni Keko e Barrientos ed entrano Leto e Fedato. Sostituzione per i neroverdi, l’ultima a disposizione fuori il migliore in campo Antonio Floro Flores, entra Davide Biondini al 29′. Ci prova Fedato al 32′, con un destro neutralizzato da Pegolo. Ammonito il numero 4, nonchè capitano del Sassuolo Magnanelli, per un colpo con la mano. Brutto errore di Bellusci che scivola e manda in campo aggancia Zaza che serve Sansone che non riesce inizialmente a calciare, ci prova poi dopo ma il suo tentativo viene sventato da Andujar. Episodio dubbio in area del Catania all’85’ con Missiroli che passa a Rinaudo, il numero 15 del Catania blocca l’inserimento del numero 7 emiliano, ma per l’arbitro è tutto regolare. Nell’occasione espulsi il team manager del Sassuolo Morini e anche il vice di Eusebio Di Francesco, Gallerani. Ammonito Leto che subito dopo essersi guadagnato una punizione viene ammonito per un fallo di reazione, ammonito pure Ariaudo. Sansone chiude il match, liberato dai compagni prova un destro ad incrociare: per Andujar non c’è proprio nulla da fare, 3-1, partita chiusa. Tre minuti di recupero. Finisce qui, dal paradiso all’inferno per i rossoazzurri che dopo aver giocato un ottimo primo tempo escono dagli spogliatoi spenti e si fanno travolgere dalla furia neroverde. Bravo, bravissimo Di Francesco a leggere il match e per aver indovinato tutti i cambi. Adesso i due match contro Juventus e Napoli diventano più che mai fondamentali.

Tabellino

Arbitro

Valeri di Roma

Ammoniti

19′ Missiroli (S), 25′ Peruzzi (C), 67′ Gazzola (S), 80′ Magnanelli (S), 87′ Leto (C), 87′ Ariaudo (S), 89′ Sansone (S).

Espulsi

Marcatori

31′ Bergessio (C), 57′ Zaza (S), 62′ Missiroli (S), 89′ Sansone (S).

Sostituzioni

33′ Alvarez-Peruzzi (C), 36′ Gazzola-Mendes (S), 45′ Zaza-Brighi (S),  70′ Leto-Barrientos (C), 70′ Fedato-Keko (C), 74′ Biondini-Floro Flores (S).

Recupero

3′, 3′.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook