Archiviato in | Cronaca Regionale, Spettacolo, Teatro

CATANIA: LUIGI LO CASCIO INCONTRERA’ IL PUBBLICO NELLA SALA FELTRINELLI

CATANIA: LUIGI LO CASCIO INCONTRERA’ IL PUBBLICO NELLA SALA FELTRINELLI

L’artista palermitano, più volte premiato per la sua attività di attore teatrale e cinematografico (fra i vari riconoscimenti, Coppa Volpi, David di Donatello, Nastro d’Argento, Premio Ubu e Maschere del Teatro italiano) il 10 marzo sarà protagonista a “La Feltrinelli Libri e Musica” di Catania.

Print Friendly, PDF & Email

Catania. Luigi Lo Cascio a Catania. L’artista palermitano, più volte premiato per la sua attività di attore teatrale e cinematografico (fra i vari riconoscimenti, Coppa Volpi, David di Donatello, Nastro d’Argento, Premio Ubu e Maschere del Teatro italiano) il 10 marzo sarà protagonista a “La Feltrinelli Libri e Musica” di Catania. A partire dalle ore 18 Lo Cascio incontrerà il suo pubblico. La manifestazione – ad ingresso gratuito – sarà condotta da Gloriana Orlando. Luigi Lo Cascio è a Catania per la messa in scena del suo “Otello” presso il Teatro Stabile di Catania e incontrerà il suo pubblico per conversare sulla sua attività artistica, i propri riferimenti letterari e drammaturgici e la passione per la cultura classica, l’esordio alla regia cinematografica con “La città ideale”, l’interesse a mantenere la sua attività artistica aderente alle realtà sociali contemporanee e la volontà di affrontare temi di forte significato etico. Lo Cascio, classe ’67, nel 1992 si è diplomato all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” con un saggio su Amleto, diretto dal Maestro Orazio Costa. Nel giro di pochi anni è diretto da registi quali Carlo Quartucci in “Ager Sanguinis”, Elio De Capitani in”La Sposa di Messina” e da Carlo Cecchi in “Sogno di una notte di mezza estate”. Lo Cascio è uno dei nomi più importanti del cinema italiano. Il successo è dovuto alla vincita nel 2000 del David Di Donatello come migliore attore protagonista per “I cento passi” che rappresenta il suo esordio cinematografico. Con il regista Marco Tullio Giordana continuerà la sua collaborazione anche ne “La Meglio Gioventù” che gli vale il “Nastro d’argento”. Come dichiarato più volte dall’attore, fu proprio lo zio Luigi Maria Burruano a consigliarlo a Marco Tullio Giordana per il ruolo di Peppino Impastato ne “I Cento Passi”. Nel cast anche l’attore catanese Francesco Giuffrida (nel ruolo di Mauro) candidato nel 2000 ai Nastri d’argento per il film “Così ridevano” di Gianni Amelio. Film che ha vinto il “Leone d’oro”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook