Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CATANIA: FINANZIERI SEQUESTRANO ATTIVITÀ COMMERCIALI ALLA FAMIGLIA BOSCO

CATANIA: FINANZIERI SEQUESTRANO ATTIVITÀ COMMERCIALI ALLA FAMIGLIA BOSCO

Il maxi sequestro di oggi, si può definire il secondo capitolo dell'inchiesta ‘Money Lender’ che portò dietro le sbarre diversi componenti della famiglia Bosco per estorsione e usura.

Print Friendly, PDF & Email

Catania. Oggi è stato eseguito su richiesta della Procura della Repubblica il provvedimento emesso dal Tribunale di Catania – Sezione Misure di Prevenzione con cui è stato disposto il sequestro di beni patrimoniali della famiglia Bosco. Il provvedimento è uno sviluppo delle indagini della Squadra mobile, coordinata dalla Procura etnea, dell’operazione ‘Money Lender’ che avevano portato all’arresto degli esponenti di spicco dell’organizzazione criminale e al sequestro preventivo di circa 800 mila euro, considerati dagli investigatori il provento delle attività illecite. Quindi, oggi, anche le attività commerciali di proprietà della famiglia sono state complessivamente sequestrate così tutte le attività saranno gestite da un amministratore nominato dal Tribunale. Il valore della requisizione ammonta a circa 15 milioni di euro. Con quest’ultima operazione i militari della Guardia di Finanza hanno portato a termine due operazioni patrimoniali di grande importanza. La prima riguardava l’inchiesta ‘Money Lender’ che la scorsa settimana portò all’arresto di diversi componenti della famiglia Bosco per estorsione. Il sequestro riguarda i componenti della famiglia Bosco: Giuseppe, 36 anni, Antonino, 56 anni, Giuseppe, 92 anni, Mario, 55 anni, Salvatore, 54 anni, Sebastiano, 35 anni e Mario Cuntrò, 35 anni e Antonino Cuntrò, 56 anni. Gli investigatori avrebbero accertato una evidente sproporzione tra i redditi dichiarati e i beni immobili e mobili nella disponibilità degli indagati.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook