REGIONE SICILIANA: CROCETTA, “CON IL NCD ANCORA NON C’È ACCORDO”

REGIONE SICILIANA: CROCETTA, “CON IL NCD ANCORA NON C’È ACCORDO”

Sfruttando le pause d’attesa durante una conferenza stampa, il presidente Crocetta commenta con i giornalisti di temi di attualità politica: "Al momento con il Nuovo Centrodestra non c'è accordo, se non nelle parole di qualcuno. Se Bianchi andasse a Roma, per un po' terrei io la delega"

Print Friendly, PDF & Email

Regione Siciliana. il presidente della Regione Rosario Crocetta convoca una conferenza stampa a palazzo d’Orleans con l’assessore Borsellino per parlare della sanità regionale. Durante le pause e le attese che precedono l’appuntamento il presidente commenta con i giornalisti di temi di attualità politica. Primo tra tutti la ricerca di una nuova maggioranza in aula, magari coinvolgendo il Ncd di Alfano e Castiglione. E proprio sull’eventuale accordo dichiara “L’accordo ancora non c’è – comunque – io non l’ho riscontrato se non nelle dichiarazioni di qualcuno. Secondo D’Alia Ncd dovrebbe entrare in giunta ma su quali basi se in Sicilia è schiacciato, tranne qualcuno, sulle posizioni di Forza Italia? Ncd deve chiarire da che parte sta – afferma il presidente – se vuole collaborare. Ben venga. A quel punto, perchè no, è possibile un ingresso in giunta. Si fa a Roma, si potrebbe fare anche qui. Ma senza patto sulle riforme non può esserci intesa”. Al presidente sono state chieste notizie sulle ipotesi di un sottosegretariato nel governo Renzi per l’assessore Bianchi. “Se ciò avverrà, si vedrà. Per la Sicilia si tratterebbe di un grande assist. Con chi si potrebbe sostituire? Si vedrà anche quello. Serve una figura di altissimo profilo e non credo ce ne siano molte in giro”. Poi incalza,”Non escludo, almeno per un pò, di tenere io la delega, scegliendo come collaboratore un figura istituzionale, comunque tecnica. Col bilancio non si può scherzare”, ha aggiunto il presidente. Per quanto riguarda le Province ? “Ha aggiunto Crocetta – mi aspetto di tutto. Purtroppo c’è chi non pensa a confrontarsi sui contenuti, ma ad agire solo per andare contro il governo Crocetta, per renderlo in uno stato di agonia perenne, una strategia che ovviamente non danneggia me ma la Sicilia”.

Comments are closed.

Pubblicità

Trovaci su Facebook