Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

PALERMO: BANDA DEI TIR, ARRESTATE SEI PERSONE

PALERMO: BANDA DEI TIR, ARRESTATE SEI PERSONE

Arrestate sei persone per colpi messi a segno ai danni degli autotrasportatori, recuperata anche parte della refurtiva. La parola d’ordine per organizzare le rapine era: "Stasera si gioca a pallone". All’interno i nomi dei fermati.

Print Friendly, PDF & Email

Palermo. La prassi era quella: i rapinatori attendevano gli autisti per strada, li sequestravano e se opponevano resistenza li picchiavano. La parola d’ordine per organizzare i colpi era ‘stasera si gioca a pallone’. i componenti della banda, sono accusati di avere messo a segno in soli sei mesi, nove rapine ai danni di autotrasportatori. Nel corso dell’operazione sono stati denunciati per ricettazione piccoli commercianti del quartiere San Lorenzo o grossisti della zona di via Regione Siciliana dove gli agenti hanno ritrovato la merce rubata: era stata rubata merce per 300 mila euro. La Polstrada di Palermo ha sgominato la cricca: sono scattate le manette per Rosario Sciortino 42 anni autista dei tir rubati, Pietro Armanno 41 anni che faceva la staffetta per garantire via libera ai grossi mezzi rubati. E ancora, Giuseppe Liguori 39 anni, ritenuto il capo della banda e quello che avrebbe minacciato i camionisti con la pistola. Antonino Carra 54 anni, un secondo autista dei tir, già finito in carcere in una precedente operazione. Salvatore Mancuso 44 anni fratello del titolare del ‘Carg Oli’ la società in via dell’Antilope dove la banda faceva base. Rosario Belladonna, 30 anni, commerciante di detersivi è ai domiciliari. Secondo il vice questore della polizia stradale, Maria Giulia Sireci: “L’operazione è stata messa a segno grazie ad una serie di intercettazioni ambientali e riprese video che hanno consentito di filmare le fasi di alcune rapine  La banda colpiva sempre nello stesso modo. Due auto si mettevano in perlustrazione di strade e autostrade, poi una volta scelta la vittima entravano in azione. Per lo più i tir presi di mira erano quelli che provenivano da Siracusa, Catania e Ragusa”. I sei componenti della banda sono accusati di associazione per delinquere, rapina a mano armata con sequestro di persona, detenzione e porto abusivo di arma da fuoco e ricettazione.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook