Archiviato in | Spettacolo, Teatro

CATANIA: INAUGURATO IL TEATROIMPULSO

CATANIA: INAUGURATO IL TEATROIMPULSO

Mario Guarneri e Nunzia Pruiti, fondatori di Teatroimpulso, hanno inaugurato un ex capannone nel cuore di San Cristoforo trasformato in teatro e diventato la casa della loro Associazione culturale. Un progetto lungo dieci anni, che ha visto Mario e Nunzia trasformare un vecchio magazzino in un teatro provvisto di tutte le autorizzazioni necessarie per mettere in scena i propri spettacoli e organizzare i corsi, che da sempre (oltre vent’anni), caratterizzano l’attività di Teatroimpulso.

Print Friendly, PDF & Email

Catania. Commozione, emozione, ma anche tanta felicità. Con questi sentimenti Mario Guarneri e Nunzia Pruiti, fondatori di Teatroimpulso, hanno inaugurato un ex capannone nel cuore di San Cristoforo trasformato in teatro e diventato la casa della loro Associazione culturale. Un progetto lungo dieci anni, che ha visto Mario e Nunzia trasformare un vecchio magazzino in un teatro provvisto di tutte le autorizzazioni necessarie per mettere in scena i propri spettacoli e organizzare i corsi, che da sempre (oltre vent’anni), caratterizzano l’attività di Teatroimpulso. Una nuova realtà culturale arricchisce quindi il panorama intellettuale di Catania, grazie alla presenza di un neonato teatro nel territorio etneo, Teatroimpulso, che ha trovato la sua casa, nel cuore della città in via Giovanni Gentile 29 (traversa al numero 206 di via Plebiscito, vicinissimo al Castello Ursino). “Sostanzialmente è una sfida per noi aver creato questa struttura a San Cristoforo – spiega Mario Guarneri – Abbiamo voluto scommettere su una forma di crescita per il quartiere e  portare rottura nella quotidianità di un’ area abituata solo alla sopravvivenza, attraverso l’invisibile che riesce a comunicare il teatro”. “Perché ci siamo detti che andare in una zona dove c’è cultura e molte altre cose era praticamente inutile – aggiunge Nunzia Pruiti – Mettere le persone a contatto con cioè che non conoscono è più gratificante. Inizialmente ci guardavano con sospetto oggi, invece, ci accolgono con piacere”. Dopo anni di spostamenti in diverse strutture per mettere in scena i propri spettacoli, l’associazione di Mario Guarneri e Nunzia Pruiti ha finalmente la propria sede. Tanta passione e anche una buona dose di follia da parte dei fondatori, che solo con le loro forze – e lavorando alla ristrutturazione senza l’aiuto di nessuno – sono riusciti a trasformare il vecchio capannone in un luogo di cultura. Appena 86 i posti del teatro al quale non manca niente e gli spazi sono stati tutti razionalizzati alla perfezione. Nel soppalco ad esempio è stata ricavata una piccola sartoria. Un padrino d’eccezione per il taglio del nastro, l’attore e regista palermitano Vincenzo Pirrotta che ha incontrato tutti i giovani attori di Teatroimpulso, soffermandosi con loro a parlare della bellezza e delle emozioni che solo un palco può dare. “Quando si inaugura un teatro è sempre motivo di gioia e questo è proprio un gioiellino – ha dichiarato Pirrotta – Un luogo dove sperimentare nuova drammaturgia: i ragazzi possono provare i loro testi e questa può essere una fucina di nuovi drammaturghi e giovani attori che vogliono fare esperienza e provare a fare questo mestiere difficile. Un consiglio per i giovani esordenti? Provare, provare, provare perché gli applausi alla fine saranno meritati attraverso la dedizione quotidiana a questo mestiere”.

Pirrotta ha donato a Nunzia e Mario un libro con i suoi testi. Teatroimpulso è ormai da diversi anni un nome conosciuto nel contesto culturale della città, avendo iniziato nel 2003 (a proseguimento di un’esperienza iniziata con un altro nome nel 1991) le proprie attività didattiche nell’ambito della formazione degli attori. Nel corso degli anni ha arricchito le proprie offerte culturali proponendo, assieme ai corsi di recitazione, i corsi di sceneggiatura cinematografica e teatrale, i corsi di dizione e impostazione della voce e quelli di storia del cinema. Dal 2008, dopo avere prodotto negli anni precedenti un gran numero di spettacoli, ha una propria stagione teatrale composta esclusivamente da spettacoli auto prodotti e interamente interpretati da attori usciti dalla scuola di teatro dell’Associazione, perché la filosofia che è alla base di Teatroimpulso è quella di credere in maniera totale al valore della formazione dell’attore accompagnandolo in una crescita pluriennale che, a partire dai primi passi sul palcoscenico, lo porta fino all’interpretazione degli spettacoli in cartellone. Una scuola, quella diretta da Mario Guarneri, che ha l’obiettivo di avvicinare tanti giovani alla bellezza del teatro, tramite spettacoli visti come importanti tappe del percorso formativo degli allievi e non come casuali appuntamenti mondani.  “L’opera dello straccione” di Václav Havel con la regia di Mario Guarneri è lo spettacolo scelto per aprire il sipario di Teatroimpulso per la stagione 2014. Rappresentazioni teatrali che finalmente si svolgeranno nella “casa” dell’associazione di Mario e Nunzia.  Venerdì 28 alle 21:00 la prima delle tre repliche, che proseguiranno sabato 1° marzo alle ore 21:00 e domenica 2 alle ore 19:00. Una rappresentazione, che è sorella de “L’opera da tre soldi” di Bertolt Brecht, perché entrambe figlie de “L’opera del mendicante” di John Gay. Un mondo non popolato da uomini, ma da avversari. Un testo con tanti personaggi ma con solo due ruoli: predatore e preda. Ruoli che i personaggi continuamente si scambiano, che sarà messa in scena dai 26 attori della compagnia teatrale per una stagione che si preannuncia variegata e di successo.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook