Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

MELILLI (SR): IL SINDACO INDAGATO PER ABUSO D’UFFICIO E FALSO IDEOLOGICO

MELILLI (SR): IL SINDACO INDAGATO PER ABUSO D’UFFICIO E FALSO IDEOLOGICO

Al sindaco di Melilli Giuseppe Cannata oltre ai fatti contestati assieme ad altri sette dirigenti del Comune anche l'acquisto di colombe e uova pasquali. Le indagini sono iniziate più di un anno addietro, sono state condotte dai carabinieri di Augusta e coordinate dalla Procura di Siracusa.

Print Friendly, PDF & Email

Melilli. La Procura della Repubblica di Siracusa ha notificato un avviso di conclusione delle indagini preliminari contenente 11 capi di imputazione al sindaco di Melilli Giuseppe Cannata, al presidente del Consiglio comunale Giuseppe Sorbello, all’assessore e attuale sindaco reggente Arcangela Palmeri, ad altri dirigenti comunali e a un consigliere della cooperativa sociale Provvidenza Maria Concetta Ciulla. A conclusione sono otto le persone indagate. Le indagini sono iniziate più di un anno addietro, sono state condotte dai carabinieri di Augusta e coordinate dalla Procura di Siracusa. Nell’ambito delle indagini preliminari era stata anche avanzata una richiesta di misura cautelare nei confronti di Sorbello e Cannata, successivamente rigettata dal gip di Siracusa poiché, nelle more della decisione, i due sono stati sospesi dalle loro funzioni a seguito dell’applicazione della legge Severino. Il giudice ha, comunque, riconosciuto l’esistenza dei gravi indizi di reato a carico dei due indagati. Gli atti contestati, risalgono al periodo 2007 – 2013 e sono l’illegittimo affidamento di lavori di sistemazione stradale negli anni 2011 e 2012, l’acquisto di colombe e uova pasquali da parte del Comune nel 2006 e 2007, molteplici falsi ideologici e abusi d’ufficio commessi dagli amministratori locali per favorire la cooperativa Provvidenza – che gestisce alcune case di accoglienza per minori – anche eludendo l’osservanza di precise direttive emesse dal Tribunale dei Minori di Catania. Inoltre, è stato attribuito il reiterato tentativo di influenzare l’attività degli assistenti sociali incaricati di vigilare sull’operato della cooperativa.

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook