Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

PALERMO: CROLLA INTONACO IN CLASSE, FERITI 3 BIMBI

PALERMO: CROLLA INTONACO IN CLASSE, FERITI 3 BIMBI

"La preside dell’istituto minimizza l’accaduto, i genitori furiosi s’indignano mentre i piccoli della IV C delle elementari di via Bragaglia hanno dovuto fare ricorso alle cure del 118. La "Rete degli studenti" chiede interventi immediati: "Sfiorata la tragedia, troppi gli edifici non a norma". Interviene il Codacons: "Le famiglie chiedano i danni per la mancata messa in sicurezza".

Print Friendly, PDF & Email

Palermo. Crolla l’intonaco del soffitto di una classe della scuola elementare in via Bragaglia, nel capoluogo siciliano. Tre alunni della classe IV C del circolo didattico sono rimasti leggermente feriti da grossi pezzi d’intonaco. Intanto il personale sanitario del 118 ha prestato le medicazioni necessarie. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, i carabinieri, il personale del 118 e vigili urbani.  I pompieri nel corso dei controlli hanno dichiarato inagibili due aule della scuola in via Bragaglia nella zona di corso Calatafimi. Tre bambini sono rimasti leggermente feriti perché colpiti da alcuni pezzi di plafoniere dell’impianto di illuminazione cadute a terra, andate in frantumi e rimbalzate. I piccoli sono stati medicati dal personale del 118. Alcuni genitori per precauzione hanno preferito portare i figli al pronto soccorso, ma dopo una rapida visita i bimbi sono stati subito dimessi. Tanta la paura per i piccoli che si trovano nell’aula. I vigili del fuoco hanno controllato anche il tetto di un’altra aula e hanno fatto cadere diversi calcinacci dal tetto gonfio per alcune infiltrazioni, dopo le piogge dei giorni scorsi. Sono ancora in corso verifiche da parte dei pompieri. Sul crollo indagano i carabinieri.

La preside Gerlanda Uschera minimizza: “I bambini erano dentro l’aula e stavano finendo le lezioni. Ma non è successo nulla di grave. Non ho notizia di bimbi feriti. È chiaro che erano molto spaventati”

Il Codacons invita dunque i genitori degli studenti che frequentano la scuola coinvolta nell’incidente e il personale scolastico dell’istituto a chiedere un risarcimento danni al Ministero dell’Istruzione, in relazione ai rischi corsi ai mancati provvedimenti per la messa in sicurezza degli istituti scolastici.

La Rete degli studenti  ribadisce che è ora di smetterla, ora bisogna intervenire e ribadiscono l’urgenza di interventi sull’edilizia scolastica.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook