Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

ETNA: VULCANO EMETTE POCA CENERE, RIAPRE AEROPORTO

ETNA: VULCANO EMETTE POCA CENERE, RIAPRE AEROPORTO

“L'Etna, per ora, concede una tregua: si affievoliscono le emissioni di cenere vulcanica. Intanto, sulle bocche poste alla sommità prosegue l'eruzione che sta cambiando l’aspetto della cima. Valutato il bollettino dell’Ingv di Catania, l'unità di crisi creata dall'Enac ha autorizzato l'apertura dell’aeroporto di Catania che torna operativo”.

Print Friendly, PDF & Email

Etna. Nonostante il vulcano abbia deciso di concedere una tregua per quanto riguarda l’emissione di cenere vulcania, sulla sommità continua l’eruzione continua caratterizzata con esplosioni e emissione di cenere lavica dal nuovo cratere di sud-est. La colata che emerge nella zona sommitale è costantemente alimentata e si riversa nella Valle del Bove senza provocare danni e allarmare la popolazione che abita alle pendici del vulcano. Alle 8 di stamane è stato diramato dall’Ingv di Catania che attraverso il quale i vulcanologi comunicano che per il momento non vi è una significativa emissione di cenere in atmosfera. Infatti, l’unità di crisi in seno all’Enac dalle ore 7.15 di questa mattina ha disposto l’immediata riapertura dello spazio aereo della Sicilia orientale. Quindi sono state riprese le operazioni sugli aeroporti di Catania Fontanarossa e Comiso. Lo scalo di Catania è rimasto chiuso dalle ore 0.30 alle 9. Intanto nella parte sommitale del vulcano è cambiata la morfologia. I crateri che si erano aperti alla base del nuovo cratere di sud-est hanno subito un crollo che si è trasformato in un’unica frattura ancora più ampia dalla quale emerge una colata lavica che si sovrappone a quelle già esistenti. Infatti, il fenomeno è stato osservato dall’Ingv di Catania: dal basso versante orientale del cono del nuovo cratere di sud-est si è staccato un volume di roccia instabile e parzialmente calda, formando una sorta di frana o valanga dall’aspetto molto simile a un flusso piroclastico, che si è riversato sul fondo della valle del bove. Intanto, il nuovo flusso continua a scendere.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook