Archiviato in | Calcio, Sport, Sport Brevi

CALCIO SERIE A: PARMA – CATANIA 0-0

CALCIO SERIE A: PARMA – CATANIA 0-0

Buon pareggio per gli uomini di Maran che cercano pian piano di invertire la rotta con il terzo risultato utile consecutivo. Arriva adesso la Lazio al Massimino, partita delicatissima per gli etnei,

Print Friendly, PDF & Email

Calcio Serie A. Comunicate le formazioni ufficiali:

Parma (4-3-3): Mirante; Cassani, Paletta, Lucarelli, Gobbi; Gargano, Marchionni, Parolo; Biabiany, Amauri, Cassano. A disposizione: Bajza, Coric, Rossini, Felipe, Schelotto, Molinaro, Acquah, Mauri, Galloppa, Munari, Palladino, Pozzi. Allenatore: Roberto Donadoni

Catania (4-3-3):  Andujar; Bellusci, Rolin, Spolli, Peruzzi; Izco, Lodi, Rinaudo; Barrientos, Bergessio, Castro. A disposizione: Ficara, Alvarez, Capuano, Gyomber, Legrottaglie, Monzon, Biraghi, Plasil, Boateng, Fedato, Keko. Allenatore: Rolando Maran

Moduli speculari per i due allenatori. Inizia la partita ed è subito Bergessio che ci prova dal centrocampo ma la sua conclusione è di poco alta, già in avanti i rossoazzurri. Ecco la risposta del Parma al 5′ con l’incursione di Parolo che crossa col sinistro, ma Amauri non riesce nell’impatto con il pallone per pochi c15entimetri. Punizione all’8′ per il Parma con Cassano che ci prova con un calcio di punizione, neutralizzato da Andujar. Ci prova Lodi dalla distanza al 14′, ma la sua conclusione è troppo leggera per essere pericolosa. Incredibile errore di Marchionni che parte dopo aver recuperato il pallone, finge la conclusione e cerca di servire Amauri ma il recupero di Bellusci è provvidenziale, tutto quando siamo al 17′. Prima ammonizione per il Parma a Marco Marchionni al 24′ per un fallo su Rinaudo. Secondo giallo per i rossoazzurri, dopo Bellusci ammonito anche Peruzzi. Incredibile occasione per il Catania al 27′, con il “Pata” Castro che mette un ottimo pallone in mezzo, Barrientos non ci arriva per pochissimi centimetri, occasione persa per gli etnei. Traversa per il Catania! Al 32′ Barrientos prova un cross in mezzo, la traiettoria pericolosa si spegne sulla traversa, Catania adesso che ci prova. Occasione ancora per il Catania al 35′ con Lodi che mette un ottimo pallone dentro, allontana il pericolos in tuffo Amauri. Sugli sviluppi del calcio d’angolo è Spolli a colpire di testa ma la conclusione finisce larga. Catania adesso perennemente nella metà campo emiliana, con un altro calcio di punizione guadagnato dal capitano Mariano Izco. Allontana Amauri ancora una volta. Grande giocata di Izco sulla fascia destra, sugli sviluppi dell’azione ci prova il “Pitu” Barrientos al volo, ma la sua conclusione è arginata da Antonio Mirante. 1 minuto di recupero. Punizione dal limite per il Parma per un fallo di Spolli in ritardo. Ci prova Cassano ma Andujar non si muove e la blocca senza troppi problemi. Finisce qui il primo tempo, un primo tempo dove il Catania ha assolutamente dimostrato di volerci credere fino all’ultimo in questa sfida molto complicata per gli uomini di Maran. Un Parma molto ordinato e bravo nelle ripartenze, ottima prova di Paletta e di Amauri fino a questo momento.

Inizio secondo tempo senza sostituzioni per le due squadre, entrambe continuano con il consueto 4-3-3. Proteste da parte di Castro al 2′ per un rigore non fischiato, Giacomelli però sembra aver fatto la scelta giusta. Incredibile occasione per gli etnei, palla deliziosa di Castro che non viene sfruttata da Barrientos che si “mastica” la palla. Ancora Catania! Seconda traversa colpita stavolta dal “Toro” Bergessio, conclusione potentissima da parte del numero 9 rossoazzurro. Solo Catania ad inizio secondo tempo. Ecco la risposta degli emiliani, con il solito Biabiany che vola sulla fascia destra e serve un pallone per Amauri che però non riesce a coordinarsi bene e colpisce male il pallone. Occasione ancora per il Catania con Lodi che prova l’imbucata per Bergessio che però viene fermato in fuorigioco. Curiosa l’immagine di Mirante che si mette a muso duro con Bergessio con quest’ultimo che con maturità lo ignora. 13′, gol annullato al Catania! Bergessio viene servito da Izco e col mancino sigla il vantaggio ma l’argentino viene fermato per fuorigioco! 17′ prima sostituzione per il Parma, esce Gargano entra Acquah, non cambia nulla dal punto di vista tattico con il numero 30 che si piazzerà di fronte la difesa. Lodi ci prova da distanza siberale, ma il suo tentativo è largo. Occasione sprecata ancora per gli etnei con Castro che servito dentro l’area prova un cucchiaio improponibile. Parma vicino al gol, Cassano crossa in direzione di Amauri, il batti e ribatti dentro l’area del Catania però non porta a nulla per gli emiliani, sugli sviluppi dell’azione Acquah guadagna un ottimo calcio di punizione che batte Cassano su Marchionni che però colpisce male il pallone col mancino e spara alto. Ammonito anche Francesco Lodi al 24′ per un fallo tattico su Acquah. Contropiede del Catania sventato da un ottimo intervento di Massimo Gobbi che anticipa di un soffio Bergessio prima che quest’ultimo impatti il pallone. Gol sfiorato dal Catania! Rinaudo vola sulla fascia sinistra serve in mezzo Izco che a botta sicura il suo destro viene rimpallato da Gobbi decisivo. Sull’angolo Bergessio ci prova di testa ma Mirante risponde presente. Cambio, il secondo per il Parma, fuori Antonio Cassano autore di una buona partita, entra Raffaele Palladino, non cambia nulla dal punto di vista tattico. Incredibile velocità di Biabiany che serve un pallone dentro con Palladino che prova a girare col destro ma il suo tentativo è largo. Primo cambio per il Catania fuori Rolin entra Pablo Alvarez, non cambia nulla dal punto di vista tattico nemmeno per il Catania. Ancora pericolosissimo il Catania all’82’ con Izco che va via sulla fascia mette un buon pallone in mezzo ma Barrientos non riesce a correggere in rete. Pericoloso il migliore del Parma, Amauri, che ci prova con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Cassani. Ultimo cambio per il Parma fuori Gobbi entra Molinaro. Ancora Rinaudo protagonista che ci prova con un destro però molto largo. Doppio cambio per il Catania fuori Lucas Castro entra Fedato, debutto per lui in Serie A, entra pure Plasil per Barrientos. Tre minuti di recupero. Calcio di punizione per il Catania all’ultimo secondo guadagnato da Fedato, ammonito Paletta. Se ne incarica Lodi ma il suo tentativo è rimpallato da Amauri di testa. Finisce qui, pareggia il Catania, una buon punto in vista della partita casalinga contro la Lazio, speranza di salvezza ancora vive date le sconfitte di Livorno e Chievo. Catania a testa alta ancora una volta, terzo risultato utile consecutivo.

Tabellino

Arbitro

Giacomelli
Guardalinee: Bolano, Musolino
Quarto uomo: Nicoletti
Assistente di linea 1: Tagliavento
Assistente di linea 2: Ghersini

Marcatori

Sostituzioni

62′ Gargano-Acquah (P), 73′ Cassano-Palladino (P), 74′ Rolin-Alvarez (C), 87′ Gobbi-Molinaro (P), 88′ Barrientos-Plasil (C), 88′ Castro-Fedato (C)

Ammoniti

13′ Bellusci (C), 23′ Marchionni (P), 24′ Peruzzi (C), 69′ Lodi (C), 93′ Paletta (P)

Espulsi

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook