Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CATANIA: VIA LIBERA ALL’OPERAZIONE ‘SANT’AGATA SICURA’

CATANIA: VIA LIBERA ALL’OPERAZIONE ‘SANT’AGATA SICURA’

“Il sindaco di Catania Enzo Bianco ha disposto le ordinanze che si applicheranno in occasione della festa di sant’Agata, patrona della città. Divieto per l'accensione dei ceri, sarà consentita solo in via Cardinale Dusmet, in piazza Stesicoro e in piazza Cavour. Vietati bracieri abusivi per la vendita di carne arrostita e cibo vario”.

Print Friendly, PDF & Email

Catania. Via libera all’operazione ‘Sant’Agata sicura 2014’. Il primo cittadino, ha disposto le ordinanze che si applicheranno in occasione della festa di Sant’Agata, patrona della città: vietata l’accensione di ceri, fuochi con bombole e bracieri destinati a vendita e consumo alimentare: queste restrizioni per assicurare che tutto durante la festa si svolga in sicurezza, ordine e nel rispetto delle regole. Nelle ordinanze vi è specificato che “è fatto a chiunque divieto di accendere ceri e trasportarli durante i giorni di svolgimento della festa, 3, 4, 5 e 6 febbraio”. Sarà consentita l’accensione dei ceri soltanto in spazi delimitati e attrezzati per la sicurezza delle persone predisposti in via Cardinale Dusmet, piazza Stesicoro, lato ovest, piazza Cavour, lato sud-ovest. Nelle disposizioni sono contemplate sanzioni amministrative, quantificate da 516 a 2.582 euro, queste ultime sono previste per i trasgressori della seconda disposizione sindacale, quella che vieta il commercio abusivo e l’uso di bombole di gas o di propellenti vari per cucinare carne o altre cibarie.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook