Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

ETNA: VULCANO IN ERUZIONE, CHIUSO AEROPORTO DI CATANIA

ETNA: VULCANO IN ERUZIONE, CHIUSO AEROPORTO DI CATANIA

L’Etna emette cenere e gas dal nuovo cratere di sud-est, dalla bocca esce una colata bene alimentata che scende verso la Valle del Bove dove ha raggiunto quota 1.800 metri. Chiuso l'aeroporto di Fontanarossa, operativo lo scalo di Comiso. Oltre 15 voli dirottati su Palermo

Print Friendly, PDF & Email

Etna. Si acutizza la nuova fase stromboliana dell’Etna. Il nuovo cratere di Sud-Est emette grosse quantità di cenere lavica e dalla frattura della stessa bocca esce fuori una copiosa colata lava che scende verso la Valle del Bove, dove ha raggiunto quota 1.800 metri. Per il maltempo il vulcano è poco visibile e per questo motivo dalle 17.30 è stato chiuso l’aeroporto di Catania. Mentre lo scalo di Comiso è aperto al traffico aereo. Almeno 15 voli saranno dirottati nello scalo di Palermo. La Sac, società che gestisce Fontanarossa, in una nota diramata comunica che: “In merito all’emissione di cenere lavica dal vulcano Etna  l’unità di crisi convocata dall’Enac ha stabilito la chiusura dello spazio aereo sopra Catania a partire dalle 17.30. Rimane aperto lo scalo di Comiso, con estensione della sua operatività fino alle 24”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook