Archiviato in | Calcio, Sport, Sport Brevi

CALCIO SERIE A: INTER – CATANIA 0 – 0

CALCIO SERIE A: INTER – CATANIA 0 – 0

Ottimo pareggio da parte degli uomini di mister Maran contro il buon gioco dell'Inter, imprecisa davanti allo specchio. Adesso tocca al Livorno venire al Massimino e sfidare i rossoazzurri.

Print Friendly, PDF & Email

Calcio serie A. Comunicate le formazioni:

Inter (3-4-2-1): 1 Handanovic; 14 Campagnaro, 35 Rolando, 5 Juan Jesus; 2 Jonathan, 17 Kuzmanovic, 19 Cambiasso, 55 Nagatomo; 11 Alvarez, 8 Palacio; 22 Milito.

A disposizione: ?12 Castellazzi, 30 Carrizo, 4 Zanetti, 6 Andreolli, 9 Icardi, 10 Kovacic, 20 Botta, 21 Taider, 23 Ranocchia, 25 Samuel.

Allenatore: Walter Mazzarri.

Catania (5-3-2): 1 Frison; 2 Peruzzi,14 Bellusci, 6 Legrottaglie, 5 Rolin, 34 Biraghi; 13 Izco, 10 Lodi, 15 Rinaudo; 11 Leto, 9 Bergessio.

A disposizione: 21 Andujar, 35 Ficara, 4 Almiron, 8 Plasil, 12 Lopez, 17 Guarente, 19 Castro, 23 Boateng, 24 Gyomber, 26 Keko, 33 Capuano.

Allenatore: Rolando Maran.

Formazioni molto prevedibili alla viglia della partita con il Catania che attua questo cambio di modulo quasi speculare all’Inter. Inizia l’incontro e l’Inter è subito avanti con Alvarez  che al 7’minuto prova una conclusione dai 20 metri, non precisa. Rossoazzurri in confusione che subiscono gli attacchi dei neroazzurri. Ancora Ricky Alvarez protagonista al 17’minuto proietta un ottimo cross per Palacio che non riesce a chiudere per pochi centimetri. 22′, primo ammonito della gara Fabian Rinaudo, il lottatore del centrocampo rossoazzurro viene ammonito per un fallo in ritardo. 23′, super Frison, il numero 1 rossoazzurro dice di no ad una botta di Milito indirizzata sul primo palo. 29′ si fa vivo il Catania con Izco bravo a recuperare il pallone, ma impreciso nel servire Bergessio sulla corsa, occasione sprecata. 30′ ecco di nuovo l’Inter, ancora un errore di un distratto Izco che serve Palacio, ma la sua corsa viene interrotta da un ottimo intervento di Bellusci. 44′, ci prova Leto col piede debole, ma il suo destro è fiacco. 1 minuto di recupero. Nulla da fare, Inter padrona del match con il Catania bravo a chiudere al centrocampo con un ottimo lavoro di interdizione da parte di Lodi e Rinaudo. Nota di merito anche per Legrottaglie e Frison, mentre per l’Inter i più vivaci sono Alvarez e Palacio.

Inizia il secondo tempo con una sostituzione da parte dell’Inter, esce Kuzmanovic ed entra Kovacic, non cambia tutto a livello tattico, aumenta solo la tecnica al centrocampo, così come piace a Walter Mazzarri. 3′ minuto, Catania vicinissimo al gol con Bergessio, il sinistro del numero 9 finisce fuori per pochissimi centimetri, trema la panchina neroazzurra, trema Handanovic che sembrava battuto. 5′ traversa di Palacio in off-side. Ancora Inter al 7′ Alvarez si inserisce col pallone tra i piedi, ma anzicchè tirare prova un tacco per Nagatomo che non risponde all’iniziativa del numero 11. Bene Rolin al 14′, anticipo su Palacio provvidenziale. Cambio in vista ancora per l’Inter che al 17′ perde un acciaccato Cambiasso, entra al suo posto Taider, non cambia nulla a livello tattico. Primo cambio anche per i rossoazzurri al 22′, entra Gyomber per l’infortunato Bellusci. Al 25′ entra Castro fuori un Leto davvero non positivo quest’oggi. Ultimo cambio al 28′ entra Almiron per Peruzzi, Izco va sulla destra, ad Almiron le chiavi del gioco. 32′, punizione procurata da Palacio con ammonizione per Legrottaglie. Se ne incarica Ricky Alvarez, ma il suo tentativo è ribattuto dalla barriera con Frison che sembrava essere presente. Cambia tutto Mazzarri, fuori Juan Jesus al 35′, autore comunque di un’ottima partita, entra Botta, che comporrà il quarto uomo di centrocampo con un inedito 4-4-2 con Botta a destra e Alvarez a sinistra, i due mediani sono Kovacic e Taider. Iniziativa di Palacio al 90′, ma il suo cross è neutralizzato da un’ottima uscita di Frison che anticipa Milito. 4 minuti di recupero. Occasionissima rossoazzurra al 92′ con Castro che prova il colpo di testa ma il suo tentativo è deviato da Rolando. Finisce qui, finisce una bella partita nonostante le reti bianche.

Il Catania si è mostrato molto generoso soprattutto sul piano della corsa, con gli uomini di Maran che sono stati sempre vivi e hanno pure tentato il colpaccio. Bene Rinaudo, impreciso Lodi. Ottimo Bergessio che sembra quasi quello dello scorso anno, mentre ancora appannato Leto. Nota positiva per quanto riguarda il reparto difensivo, studiato sotto ogni particolare da Mister Maran. Inter in crisi di risultati, i punti in classifica sono 32, troppo pochi per credere in un posto in Champions League. C’è bisogno di investimenti sul mercato, Thoir ha promesso qualcosa in settimana. Ultimi giorni decisivi. Per i rossoazzurri adesso arriva il Livorno, oggi vincitore nello scontro salvezza con il Sassuolo di Eusebio Di Francesco. Realizzare tre punti contro gli uomini di Mimmo Di Carlo vorrebbe dire stravolgere il campionato trascorso in negativo. Oggi i presupposti per ripartire ci sono stati tutti, adesso bisogna solo aspettare la terza giornata del girone di ritorno e vedere quanto la cura Maran stia incidendo e quanta voglia abbiano gli etnei di rimanere nella massima serie.

 Tabellino

Arbitro: De Marco

Marcatori:

Ammoniti: Rinaudo, Legrottaglie (C), Kuzmanovic (I)

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook