Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

CATANIA: CENA DI SOLIDARIETA’ PER RISTRUTTURARE IL REPARTO PEDIATRICO ONCOLOGICO DEL POLICLINICO

Il menu scelto da Enzo Bianco e dall’altro chef, Saverio Piazza, prevedeva “Ziti alla Paolina”, secondo la ricetta creata da un frate del Monastero di San Francesco di Paola.

Print Friendly, PDF & Email

Catania. Il Sindaco in cucina e gli assessori, con altri amministratori pubblici, a servire ai tavoli per una cena di solidarietà organizzata nel salone delle Feste del Palazzo Biscari da Lad Onlus per finanziare la trasformazione “a dimensione bambino” delle aree di degenza e trapianto di midollo osseo del reparto di Onco Ematologia Pediatrica del Policlinico di Catania.

“Il 20 dicembre scorso – ha ricordato la presidente di Lad Onlus Cinzia Favara Scacco – abbiamo inaugurato il Day Hospital, ristrutturato con i fondi raccolti con il Lad Live del 5 novembre del 2011, il concerto al Bellini con Mario Biondi, Carmen Consoli, Luca Madonia e Mario Venuti e condotto da Paola Maugeri. Adesso, grazie ai rappresentanti delle nostre istituzioni, abbiamo potuto realizzare questa cena per finanziare un nuovo step del progetto, scaturito da un concorso bandito con la Fondazione dell’Ordine degli Architetti, che vede l’architettura come parte integrante della cura”. Il menu scelto da Enzo Bianco e dall’altro chef, Saverio Piazza, prevedeva “Ziti alla Paolina”, secondo la ricetta creata da un frate del Monastero di San Francesco di Paola, pesce spada con l’antichissima salsa Sanbernardo a base di mandorle, acciughe e cioccolata amara, e come dessert crispelle di riso. “La cucina siciliana – ha detto Bianco – è caratterizzata dai contrasti e il più particolare è quell’agrodolce sul quale abbiamo puntato per questa cena in cui ci siamo divertiti a scherzare cucinando”. A servire ai tavoli, coordinati da Ornella Laneri, presidente Confindustria Sicilia Turismo, non soltanto la giunta quasi al completo – Luigi Bosco, Rosario D’Agata, Salvo Di Salvo, Giuseppe Girlando, Orazio Licandro, Angela Mazzola, Valentina Scialfa e Fiorentino Trojano, con l’aggiunta del consulente Fabio Pagliara -, ma anche i deputati regionali Gianina Ciancio, Nicola D’Agostino e Angela Foti, il rettore dell’Università di Catania Giacomo Pignataro e la prorettrice Alessandra Gentile, il presidente di Confindustria Catania Domenico Bonaccorsi di Reburdone, il presidente dei giovani di Confindustria Sicilia Silvio Ontario, l’ad di Sac Gaetano Mancini e il presidente dell’Ersu Alessandro Cappellani. Tra gli ospiti di riguardo, Carmen Consoli e Paola Maugeri, che ha condotto la serata.

Conclusa la cena, l’attività di Lad Onlus, fondata nel 2010 e guidata da un team di psicologhe nell’Oncologia Pediatrica del Policlinico composto oltre che da Cinzia Favara Scacco anche da Claudia Esposito e Angela Militello, non si ferma. “Da lunedì – ha spiegato Emilio Randazzo, responsabile comunicazione di Lad Onlus – saremo a Roma da Fondazione Vodafone ed Enel Cuore che ci daranno una mano per costruire, su un terreno concessoci dal Comune di Catania, una grande casa che possa ospitare le famiglie dei piccoli degenti per tutta l’area pediatrica, sul modello di CasaOz Torino”. “Si tratta – ha detto il sindaco Bianco – di un’altra iniziativa di altissimo valore: una Onlus che pensa ai ragazzi colpiti da tumore puntando su arte, armonia e creatività come strumenti perché la malattia non ostacoli il processo di crescita. Vogliamo dare un contributo per donare una casa e un sorriso a questi ragazzi e a queste famiglie”.

Comments are closed.

Pubblicità

Trovaci su Facebook