Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

MESSINA: TROVATO IL CADAVERE DELLA 27ENNE PROVVY GRASSI

MESSINA: TROVATO IL CADAVERE DELLA 27ENNE PROVVY GRASSI

“Dopo quasi un anno è stato ritrovato Il corpo di Provvidenza Grassi la ragazza di 27 anni scomparsa lo scorso luglio. Il cadavere era ancora a bordo della sua Fiat 600 sotto il viadotto di Bordonaro, all'uscita dello svincolo di Gazzi. Sulla causa della sua morte è ancora mistero. Del caso si è occupato più volte "Chi l'ha visto?" la trasmissione di Rai Tre che si occupa delle persone scomparse. Tra le tante ipotesi gli investigatori seguono la pista dell'incidente stradale”.

Print Friendly, PDF & Email

Messina. Dopo quasi un anno è stato ritrovato Il corpo di Provvidenza Grassi, per gli amici Provvy, la ragazza di 27 anni scomparsa lo scorso luglio a Messina. Il cadavere ancora in fase di decomposizione è stato trovato sulla sua auto, una Fiat 600 bianca, sotto il viadotto autostradale di Bordonaro, all’uscita dello svincolo di Gazzi. Dopo le prime valutazioni ancora non è stato stabilito se sia stata vittima di un incidente o se qualcuno volutamente abbia spinto l’auto giù per il viadotto viadotto. Nei prossimi giorni sarà effettuata l’autopsia e un esame tossicologico sul corpo della giovane. Gli investigatori, finora, non escludono piste diverse dall’incidente, anche se quest’ultima sembra la più probabile. Del caso si è occupato più volte “Chi l’ha visto?” la trasmissione di Rai Tre che si occupa delle persone scomparse. La sera in cui fu vista l’ultima volta, Provvidenza era davanti a un bar di Villafranca Tirrena, dopo aver cenato a Rometta col suo ragazzo. Dalle tracce investigative la ragazza era stata notata salire sulla sua Fiat 600 e poi allontanarsi lungo la Statale 113. Da quel momento gli inquirenti non hanno più riscontri. La Grassi era impiegata in un negozio di casalinghi, a Messina e conduceva una vita normale. Passate 48 ore dopo la scomparsa, avvenuta il 10 luglio, il padre aveva presentato una denuncia ai carabinieri e aveva lanciato un appello nel corso di una puntata del programma su RaiTre, sospettando che la figlia si fosse allontanata volontariamente.

Il fidanzato, arrestato il 17 dicembre scorso per droga e finito per alcuni giorni in cella, inizialmente era stato sospettato della scomparsa; ma gli investigatori non hanno mai trovato alcuna prova a suo carico. Sul profilo Facebook di Provvidenza Grassi c’è traccia di una chat in cui ha scritto di aver litigato con il compagno la notte del 9 luglio. Dalle indagini dei carabinieri, che i familiari lamentano essere partite in ritardo per l’ipotesi di un allontanamento volontario, è emerso che la mattina del 10 luglio il cellulare della donna è stato tracciato nei pressi della sua abitazione. circostanza negata dall’uomo. L’auto della sfortunata fino ad oggi non era stata ancora ritrovata, nonostante la strada da Rometta a Messina sia stata ispezionata in lungo e in largo da carabinieri e volontari anche con l’ausilio di elicotteri. Non esiste riscontro del suo passaggio nemmeno dalle telecamere dei caselli autostradali. Dai primi riscontri gli investigatori ipotizzano sia rimasta uccisa sei mesi fa in un incidente stradale. Il posto dove si trova l’auto è coperto da vegetazione, quindi è possibile che non sia stata notata da nessuno. I primi rilievi evidenzierebbero anche la presenza di un pezzo di targa sul guardrail. Gli uomini del Ris, guidati dal comandante Francesco Schiavone, stanno analizzando ogni traccia. Nei prossimi giorni sarà effettuata l’autopsia e un esame tossicologico sul corpo della giovane. Gli investigatori, finora, non escludono piste diverse dall’incidente, anche se quest’ultima sembra la più probabile.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook