Archiviato in | Calcio, Sport, Sport Brevi

CALCIO SERIE A: NEL SEGNO DI MATRI, CATANIA – FIORENTINA 0-3

CALCIO SERIE A: NEL SEGNO DI MATRI, CATANIA – FIORENTINA 0-3

Ancora una disfatta per i rossoazzurri che perdono per 0-3 in casa contro un'ottima Fiorentina. Qualcosa deve cambiare se si vuole restare in Serie A. Ultimi giorni di mercato decisivi.

Print Friendly, PDF & Email

Calcio Serie A. 14.55, comunicate le formazioni:

Catania (4-3-3): Frison; Bellusci, Rolin, Spolli, Biraghi; Izco, Plasil, Rinaudo; Castro, Bergessio, Barrientos

Fiorentina (4-3-3): Neto; Tomovic, Rodriguez, Savic, Pasqual; Fernandez, Pizarro, Borja Valero; Cuadrado, Matri, Vargas

Inizia la partita e subito il Catania a farsi vivo con una punizione battuta in maniera magistrale da Barrientos ma intercettata da Neto. Ancora Catania al 4′ con Plasil che ci prova dalla distanza ma Neto risponde ancora presente.Si fa viva la Fiorentina all’11’, con Borja Valero che ci prova con una botta dal limite ma il suo mancino finisce alto. 14′, ci prova Cuadrado con un destro dai 26 metri, ma il suo tentativo è troppo alto per spaventare Frison. Grande azione del Catania al 16′, dopo lo scambio Barrientos-Izco è Castro a deviare con un interno destro, ma il suo tentativo è largo.  Ancora Catania al 20′, Barrientos serve ancora il solito Castro che di testa però non riesce a correggere in rete, Neto risponde ancora una volta presente. Vantaggio viola al 26′, azione combinata da parte dei viola che siglano il vantaggio con un destro dal limite di Mati Fernandez, nulla da fare per Frison. Raddoppio viola al 29′, Matri subito in gol al debutto, dopo un cross di Pasqual il neo numero 32 viola risponde subito e sigla lo 0-2, pubblico del Catania ammutolito. Punizione dal limite per il Catania  procurata al 31′ da Barrientos, si avvicina sul punto di battuta Plasil, che sembra l’incaricato a tirare, ma il “Pitu” Barrientos allontana tutti sarà lui a tirare. Punizione debole, Neto risponde, nulla di fatto. 39′, occasione viola, dopo il solito giro palla è Tomovic che arriva al cross che viene deviato da Pasqual, ma il suo tentativo non è fortunato Poi, al 42′ è  0-3 per la  Fiorentina. E’ ancora Matri a mettere il sigillo, dopo un cross dalla destra, Fernandez ci prova, Frison dice di no ma la sua respinta viene corretta in rete proprio dal neo numero 32 viola che realizza lo il terzo goal. Un minuto di recupero. Nulla da fare, termina 0-3, la Fiorentina asfalta il Catania con i rossoazzurri che avranno solo 45 minuti per poter ribaltare il risultato. Qualcosa deve cambiare perchè la superiorità viola è stata troppo evidente.
Inizio secondo tempo, sostituzioni per entrambe le società, fuori Matri per la viola entra Matos, fuori Tomovic entra Roncaglia. Per i rossoazzurri fuori Rolin entra Leto, cambio di modulo con un 4-2-3-1, con Izco che andrà ad occupare la posizione di terzino. Iniziano subito forte i viola con un calcio di punizione di Borja Valero che però viene sventato dal Catania. Ammonizione nelle file viola, brutto intervento da parte di Rodriguez che scalcia Plasil. Traversa viola al 18′ con Pasqual che con una punizione millimetrica becca in pieno l’incrocio dei pali, brivido ancora per i rossoazzurri che sembrano essere usciti dal campo. Si sveglia o almeno ci prova, il Catania con un sinistro di Leto, deviato in calcio d’angolo. Angolo però neutralizzato ancora dal solito Neto. Ancora i viola al 25′ con una conclusione di Pizarro, non precisa, nessun pericolo per Frison. Ci prova Rinaudo dal limite, ma il suo tentativo è ancora parato da Neto quando siamo al 27′ del secondo tempo e partita assolutamente dominata dai viola. Doppia sostituzione al 30′, fuori Castro entra Keko per i rossoazzurri, mentre i viola sostituiscono uno dei migliori in campo ovvero Borja Valero per Ambrosini. Tentativo per irossoazzurri da parte di Plasil, ma il suo destro è alto e non può creare pericoli a Neto. Pericolo per i viola, Bergessio si sbraccia e prova a mettere un buon pallone in mezzo ma Keko non riesce a deviare in rete. Ultima sostituzione per i rossoazzurri fuori uno dei pochi a salvarsi ovvero Fabian Rinaudo entra Tiberio Guarente accolto dai fischi da parte del pubblico etneo. Partita che si avvia a concludersi con un possesso di palla da parte dei rossoazzurri molto sterile. Contestazione da parte dei tifosi quando ancora non è nemmeno annunciato il recupero. Termina così, senza recupero, la partita che doveva essere quella della speranza per il Catania. Ora resta l’incubo Serie B, Catania asfaltato da una Fiorentina nettamente superiore. Ultimi giorni di mercato decisivi.

Tabellino

Ammoniti
51′ Rodriguez (F),

Espulsi

Marcatori

26′ Fernandez (F), 29′, 42′ Matri

Sostituzioni

45′ Tomovic-Roncaglia (F), Matri-Matos (F), Rolin-Leto(C),  28′ Borja Valero-Ambrosini (F), 28′ Castro-Keko (C), 36′ Rinaudo-Guarente (C)

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook