Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

BIANCAVILLA (CT): FAIDA TRA CLAN MAFIOSI, TRE OMICIDI IN DUE MESI

BIANCAVILLA (CT): FAIDA TRA CLAN MAFIOSI, TRE OMICIDI IN DUE MESI

“Secondo gli investigatori è in corso una faida tra i clan mafiosi Mazzaglia e Santangelo per il controllo del territorio alle pendici dell'Etna. Il sindaco: "I cittadini sono allarmati e ci serve l’aiuto dello Stato”.

Print Friendly, PDF & Email

Biancavilla. Riesplode con brutale violenza la faida mafiosa nel paese alle pendici dell’Etna. La cittadina, negli anni di piombo faceva parte con Adrano e Paternò del famigerato “triangolo della morte”. E’ un’ipotesi che ipotizzano gli investigatori dopo l’agguato in cui ieri sera è stato ucciso Nicola Gioco, 19 anni, inseguito e finito a pistolettate. Investigatori e inquirenti ritengono che si sia trattato di una risposta all’assassinio di Agatino Bivona, 63 anni, trucidato lunedì sera. Sono così tre i morti in due mesi, che sommati, in quatto anni diventano sei. Lo scontro coinvolgerebbe due gruppi, quello storico della mafia locale, legato ai fratelli Amoroso, a loro volta vicini a “Fifiddu” Mazzaglia, e una frangia in cui potrebbero avere militato Alfredo Maglia e suo nipote, Nicola Gioco, assassinato ieri. I due sarebbero stati in procinto di transitare con i Santangelo di Adrano anche per via di una parentela acquisita: Maglia era sposato con una Santangelo. Il sindaco di Biancavilla, Giuseppe Glorioso è allarmato e dopo l’ennesimo ” fatto di sangue accaduto, a poche ore dal precedente nella mia città sento il dovere di manifestare tutta la mia preoccupazione e un particolare sentimento di allarme. L’escalation criminale e la conseguente emergenza sicurezza mi impongono di chiedere un intervento forte e incisivo da parte dello Stato”. Il sindaco constato il numero di morti in due mesi rivolge un appello ai mafiosi: “riappropriatevi del senso della vita che è la cosa più importante”. Pur riconoscendo l’importante lavoro compiuto dalle forze dell’ordine presenti in città, ritengo improcrastinabile una serie di attività di controllo e prevenzione nel territorio ai fini di un ripristino della legalità e di stop alla violenza”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook