Archiviato in | Politica, Politica Regionale

ARS APPROVA BILANCIO E FINANZIARIA

ARS APPROVA BILANCIO E FINANZIARIA

“Ars Approva a notte fonda la finanziaria. Inseriti i 39 mln di euro precedentemente accantonati per salvaguardare le entrate incerte. Una manovra contro gli sprechi. Il presidente Crocetta: "Mi accusano di norme manifesto, ma sono cose buone". Soddisfazione espressa dall'assessore Bianchi”.

Print Friendly, PDF & Email

Ars. L’assemblea Regionale Siciliana approva a notte fonda la Finanziaria 2014 con 39 voti a favore e 22 contrari. Un solo astenuto, si tratta del deputato Vincenzo Vinciullo (Nuovo centrodestra). Passa anche il bilancio, con 44 a favore e 22 i contrari e 22 assenti in aula al momento del voto. Prima del voto finale alla manovra, i deputati a notte fonda hanno approvato le nuove tabelle all’articolo 4 della finanziaria sugli accantonamenti a salvaguardia delle cosiddette entrate incerte, modificando la prima versione dell’allegato. Scongelando alla fine i 39 milioni di euro del bilancio. La prima stesura, era stata approvata due giorni fa, aveva suscitato preoccupazione in Assemblea, in quanto il governo tra gli accantonamenti (blocco della spesa fino al 30 giugno di quest’anno) aveva previsto anche una posta di 39 milioni, congelandola dai fondi assegnati al Parlamento per il 2014, pari a 149 milioni. La modifica della tabella, già approvata, si è resa attuabile considerando il comma 2 dell’articolo 111 del regolamento parlamentare: “Non possono proporsi, sotto qualsiasi forma, articoli aggiuntivi od emendamenti contrastanti con precedenti deliberazioni dall’Assemblea adottate sull’argomento o estranei allo specifico oggetto della discussione; il presidente inappellabilmente decide, previa lettura”. Nella prima versione infatti erano state accantonate alcune voci di spesa di norme già soppresse in bilancio oppure di norme che doveva essere ancora approvate. Soddisfatto il presidente della Regione Rosario Crocetta che ha afermato: “Dal 2005 non si approvavano finanziaria e bilancio definitivi a gennaio. E poi ci sono tante norme importanti come quella che cancella le partecipate dello spreco. Mi accusano di fare norme manifesto? Sono cose buone, se poi fanno pure la loro parte nel consenso, non ci vedo nulla di male”. Anche l’Assessore all’Economia Luca Bianchi ha dimostrato il suo compiacimento per il risultato raggiunto: “poco più di un anno fa abbiamo trovato una Regione con conti poco trasparenti, si parlava di default. Questa finanziaria ha un’anima, continuiamo anche quest’anno con il risanamento con 300 milioni di tagli per i precari. Manca solo il dl imprese. Ma c’è l’impegno e l’intenzione di insistere, di portarlo avanti. La manovra sarà veramente conclusa quando ci sarà anche quello”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook