Archiviato in | Politica, Politica Regionale

ARS: LEGGE STABILITÀ, CONTINUA IL DIBATTITO IN ASSEMBLEA

ARS: LEGGE STABILITÀ, CONTINUA IL DIBATTITO IN ASSEMBLEA

“All'Ars si vota la legge di stabilità e il presidente Crocetta interviene: "Possiamo recuperare 150 milioni di euro per incrementare il fondo a copertura dei residui attivi". Mentre il capogruppo di Articolo 4 precisa: "Basta melina, non è più tempo di giochi politici. Se c’è ancora una maggioranza lo dimostri approvando, oggi stesso, la legge di stabilità regionale”

Print Friendly, PDF & Email

Ars. Ieri l’Ars, nel corso di una animata seduta, ha discusso e approvato con i relativi emendamenti gli articoli 1, 2, 5, 7, 8, 9, 10, 11, 12 e accantonato gli articoli 3, 4, 6 della Legge di stabilità regionale. Complessivamente gli articoli sono 49. Oggi dovrebbe essere votata la tanto attesa e discussa legge di stabilità. Lo ha deciso Giovanni Ardizzone, presidente dell’Assemblea, che ha convocato una conferenza dei capigruppo. Il presidente Rosario Crocetta commentando i lavori parlamentari sulla legge di stabilità e le prime norme approvate in aula ha detto che: “Con le opposizioni si è aperto un confronto come avevo auspicato, e l’aspetto importante è che non abbiamo fatto inciuci. Abbiamo così tante spese inutili del passato in capo a tanti dipartimenti della Regione. Impegni dormienti che ingessano il bilancio. Ho intenzione di liberare il bilancio da questi incagli, possiamo già recuperare 150 milioni di euro per incrementare il fondo a copertura dei residui attivi. Preparerò un piano e lo porterò al commissario dello Stato e alla Corte dei conti”. Dal canto suo Luca Sammartino, capogruppo di articolo 4 all’Ars interviene affermando “Basta con la melina, non è più tempo di giochi politici. Se c’è ancora una maggioranza lo dimostri approvando, oggi stesso, la legge di stabilità regionale. In gioco c’è il futuro della Sicilia. I Comuni attendono le risorse per i precari, per le attività sociali e per gli investimenti”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook