Archiviato in | Politica, Politica Regionale

CATANIA: GIUNTA COMUNALE DICE SÌ ALLE UNIONI CIVILI

CATANIA: GIUNTA COMUNALE DICE SÌ ALLE UNIONI CIVILI

“La giunta comunale presieduta dal sindaco Enzo Bianco dice si alle unioni civili. Adesso il testo passa al vaglio del Consiglio comunale”.

Print Friendly, PDF & Email

Catania. Passa in giunta il regolamento comunale sulle unioni civili. L’atto, proposto dall’assessore proponente Marco Consoli, ora passerà al vaglio del Consiglio comunale. Soddisfatto il sindaco Enzo Bianco che ha affermato: ” si tratta di uno strumento di civiltà al quale abbiamo lavorato con attenzione per mettere a punto meccanismi innovativi, tali da produrre effetti concreti nei rapporti con il Comune”. Poi aggiunge: “avevo assunto quest’impegno durante la campagna elettorale perché ritenevo che questa fosse una battaglia civile importante. Certo, sono già circa 150 le città che, da Milano a Palermo, a Siracusa, in Italia hanno già scelto di adottare il registro delle unioni civili. Noi arriviamo un po’ in ritardo, ma il regolamento messo a punto è, come detto, estremamente innovativo. Assicureremo a tutte le coppie di fatto catanesi, una volta iscritte nel registro delle unioni civili, il principio di parità nei confronti di quelle sposate, riconoscendo loro gli stessi diritti in materia di sanità e servizi sociali, casa, sport e tempo libero, diritto di cittadinanza e partecipazione”. Per chiedere l’iscrizione nel registro unioni civili bisognerà essere residenti a Catania e abitare insieme. Il registro sarà istituito entro due mesi ed entrerà in vigore quindici giorni dopo la pubblicazione nell’albo pretorio della delibera approvata. Poi il primo cittadino conclude: “d’altra parte, soltanto concedendo a tutti i cittadini, a prescindere da sesso, etnia, religione, nazionalità, i medesimi diritti, potremo avere una società più aperta, tollerante e civile”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook