Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

PALERMO: ANCORA IMMONDIZIA E INCENDI

PALERMO: ANCORA IMMONDIZIA E INCENDI

“Ancora immondizia e incendi di cassonetti a Palermo. Intanto per scongiurare lo sciopero in prossimità del Natale è stata convocata una riunione con l'azienda che si occupa della raccolta rifiuti”

Print Friendly, PDF & Email

Palermo. Continua la battaglia dei rifiuti nel capoluogo siciliana. Anche questa notte incendiati cassonetti in gran parte in un lungo tratto di strada e precisamente da piazza Vittorio Emanuele Orlando, nella zona del Tribunale, fino a piazza Turba. Fuoco che ha illuminato la notte di una nuova emergenza rifiuti che oggi alle 12 registrerà ancora un incontro tra i vertici della Rap, l’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti, e i sindacati. La scorsa notte sconosciuti hanno acceso roghi in una vasta zona. I teppisti erano a bordo di una moto e hanno usato bottiglie molotov per appiccare il fuoco nei cassonetti. In totale sono stati localizzati più di una ventina di incendi e precisamente in corso Alberto Amedeo, piazza Indipendenza, corso Pisani, piazza Turba e via Palmerino fino in via Altofonte. Il vertice è stato convocato per scongiurare lo sciopero che avrebbe l’effetto di fare trascorrere ai palermitani un Natale con la spazzatura per strada. Dopo l’incontro di ieri i 9 milioni di euro che servivano per riequilibrare il bilancio sono diminuiti di quattro. I rappresentanti dei sindacati hanno presentato il loro programma e in una nota precisano: “Serve una chiusura politica dell’accordo. Il Comune si impegni a risolvere la vicenda dei lavoratori delle caditoie e trasferirli ad Amap che ha già le risorse e la partita è chiusa”. Si attende la risposta del presidente della Rap Sergio Marino, del sindaco Leoluca Orlando e la conferma dei lavoratori ecologici.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook