FORCONI CONFERMANO LA LINEA MORBIDA, NIENTE BLOCCHI

FORCONI CONFERMANO LA LINEA MORBIDA, NIENTE BLOCCHI

“Così i responsabili del movimento confermano l’adozione di una linea morbida della protesta. una rappresentanza dei contestatari ha trascorso la notte al casello di San Gregorio dell'autostrada A18. Nel capoluogo siciliano si è tenuto un volantinaggio per strada. I delegati del movimento avvertono che non è possibile scioperare come i sindacati, quindi sono in corso le valutazioni per rendere efficaci le azioni da intraprendere. Sulla possibilità di infiltrazioni mafiose subito rispondono: “Saremo i primi ad allontanarli".

Print Friendly, PDF & Email

Forconi. Nel capoluogo etneo è stata confermata la linea dello sciopero rafforzato con presidi nelle varie zone, ma senza bloccare il traffico. Quindi stamane, così come confermato al casello dell’autostrada Messina-Catania a San Gregorio, il traffico non è stato fermato. Poco più di una decina di manifestanti ha trascorso la notte al casello annunciando un volantinaggio. La zona è presidiata da ieri sera dalle forze dell’ordine. A Catania la Questura, su richiesta del movimento dei Forconi, ha autorizzato manifestazioni e incontri a piazza Università.

Palermo in queste ore vede i Forconi manifestare con due presidi (in via Ernesto Basile e in piazza Indipendenza) distribuendo volantini e facendo poca ostruzione nelle strade. Poi l’intervento di uno dei leader, Mariano Ferro che si trova per adesso a nel capoluogo siciliano: “Siamo in uno stato di polizia, non è possibile scioperare come possono fare invece i sindacati. Valuteremo le azioni da intraprendere”. Alle possibilità di infiltrazioni mafiose, ancora Ferro interviene: “Qui prometto che i primi poliziotti saremo noi. Saremo noi per primi a difenderci da eventuali infiltrati. Ho paura, io per primo, perché le infiltrazioni mafiose, le infiltrazioni di estremisti di destra o di sinistra non ci fanno bene, fanno un favore al sistema”. Poi riconosce: “Purtroppo, però, ci sono. A questi penseranno le forze dell’ordine. Ha ragione il Viminale a dire stiamo attenti. Ma noi saremo i primi a punirli severamente allontanandoli dai presidi”. Poi in merito alle affermazioni del ministro Maurizio Lupi replica: “dice che la nostra protesta non è legittima, ma lui, dopo la sentenza della Consulta sul porcellum, si è chiesto se è legittimato?”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook