CONFUSIONE IMU: COMUNI IN DIFFICOLTÀ, BIANCO ALLA CONFERENZA STATO CITTÀ AL VIMINALE

CONFUSIONE IMU: COMUNI IN DIFFICOLTÀ, BIANCO ALLA CONFERENZA STATO CITTÀ AL VIMINALE

“Sindaci alla conferenza Stato-Città al Viminale. Il sindaco di Catania, Enzo Bianco estera la sua preoccupazione: "per copertura finanziaria della seconda rata dell’Imu. Le amministrazioni che hanno dovuto alzare l'aliquota, in attuazione di un obbligo di risanamento, potrebbero imbattersi nel paradosso di ritrovarsi in una condizione di estrema incertezza"

Print Friendly, PDF & Email

Confusione Imu. Il sindaco di Catania Enzo Bianco, ha partecipato alla Conferenza Stato Città tenutasi questa mattina al Viminale, chiedendo al governo di fare chiarezza in tempi brevi. I sindaci italiani, sono estremamente preoccupati per l’incertezza che regna sulla copertura della seconda rata Imu. Bianco ha manifestato preoccupazione: “Una situazione che conduce molti comuni virtuosi in una condizione di straordinaria difficoltà – ha concluso il sindaco di Catania – e per le amministrazioni che hanno dovuto alzare l’aliquota, in attuazione di un obbligo di risanamento, potrebbero imbattersi nel paradosso di ritrovarsi oggi in una condizione di estrema incertezza. Chiediamo al presidente del Consiglio di ricevere quanto prima una delegazione dell’Anci – ha spigato Bianco – perché vogliamo mettere una parola chiara su questo argomento e uscire da una condizione di confusione incomprensibile che mette in difficoltà i comuni”.

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook