PALERMO: CHIUDE LO STORICO GRAND HOTEL DELLE PALME

PALERMO: CHIUDE LO STORICO GRAND HOTEL DELLE PALME

“La società Acqua Marcia proprietaria anche di altri alberghi a Palermo e gestisce lo storico“Grand hotel et des Palmes”, ha annunciato ai sindacati la imminente chiusura della struttura. Da gennaio a casa 37 dipendenti. Tra le possibilità la cessione della struttura ad altra società”.

Print Friendly, PDF & Email

Palermo. La società Acqua Marcia annuncia ai sindacati la chiusura dello storico albergo a gennaio. Si tratta del “Grand hotel et des Palmes”, struttura alberghiera che rappresenta un pezzo di storia del capoluogo siciliano. Il gruppo Acqua Marcia, società che lo gestisce, ha dichiarato il regime di concordato preventivo. Una decisione che ha già annunciato ai sindacati. Gli incontri con le associazioni di categoria inizieranno a partire dalla prossima settimana. Il piano prevede da gennaio, secondo quanto anticipato da alcuni quotidiani, il licenziamento di 37 dei 41 dipendenti. In una nota scritta, la gestione dell’albergo rivolgendosi ai sindacati spiega: “per tenere alti gli standard(la struttura) necessita di lavori di ristrutturazione, impossibile per mancanza di risorse e in un momento di crisi generalizzata che pesa sul settore turistico: le presenze in città si concentrano nel periodo estivo e l’apertura invernale diventa così diseconomica”. Altre volte è accaduto che l’albergo chiudesse durante l’inverno. Tra le ipotesi prese in considerazione quella della cessione dell’immobile ad altre società.

Il “Grand hotel et des Palmes” fu un tempo residenza privata della famiglia inglese Whitaker, poi,  dal 1907 trasformata da Ernesto Basile in albergo. Nelle stanze dell’hotel hanno soggiornato, Richard Wagner e Raymond Roussel, Francesco Crispi e il generale Charles Poletti. E per anni un barone, Giuseppe Di Stefano, fu ospite fisso dell’albergo, che non lasciò mai, forse perché costretto all’esilio dalla mafia. Monja Caiolo, della Filcams Cgil, spiega che “la proposta dell’azienda è inaccettabile e faremo di tutto per salvare l’hotel e i suoi lavoratori”. Il Gruppo Acqua Marcia gestisce a Palermo altri alberghi, come il monumentale Villa Igea e l’Excelsior. Secondo i sindacati, la metà dei 103 dipendenti di questi due hotel rischiano il licenziamento.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook