Archiviato in | Cronaca Sindacale, Lavoro

CATANIA: SIDER SIPE, TRENTATRÉ LAVORATORI A RISCHIO

CATANIA: SIDER SIPE, TRENTATRÉ LAVORATORI A RISCHIO

“Sindacati e lavoratori in piazza. Chiedono l’attivazione degli ammortizzatori sociali a costo zero in attesa che il mercato si riprenda”.

Print Friendly, PDF & Email

Catania. Sider Sipe, prospetta una serie di licenziamenti. L’azienda metalmeccanica dal 1982 produce reti e tralicci elettrosaldati e ha comunicato di avere avviato la procedura di licenziamento per trentatré lavoratori su cinquantaquattro. La decisione presa dall’azienda, non è andata giù ai sindacati, che hanno avanzato soluzioni alternative. Il piano prevede un anno di cassa integrazione straordinaria con mobilità volontaria con incentivi al personale. Proposta che l’azienda ha rimandato al mittente. Così, questa mattina, dopo il diniego, lavoratori e sindacati di categoria hanno protestato davanti alla prefettura in attesa di venire ricevuti dalle autorità. I manifestanti hanno chiesto al Prefetto un incontro con la dirigenza dell’azienda per definire la possibilità di utilizzare ulteriori ammortizzatori sociali, conservando i posti di lavoro in attesa di una ripresa del mercato.

 

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook