Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

PALERMO: LAVORATORI GESIP IN POTESTA

PALERMO: LAVORATORI GESIP IN POTESTA

"Il Comune risanato col nostro sangue" è lo slogan che si sente durante la protesta dei trecento operai della società partecipata in marcia verso Palazzo delle Aquile”

Print Friendly, PDF & Email

Palermo. Trecento operai della Gesip spa e Gesip srl, questa mattina si sono mobilitati per una protesta. La giornata, organizzata dai sindacati, ha registrato la mobilitazione del personale delle società in liquidazione partecipate dal Comune di Palermo. In corteo sono partiti in corteo dagli uffici della Gesip, in piazzetta della Pace, diretti a Palazzo delle Aquile. Le organizzazioni dei lavoratori sono scesi in piazza per dire no ai licenziamenti dei circa 1700 dipendenti delle due aziende, che gestiscono servizi di pulizia, custodia e manutenzione del verde in città. L’11 ottobre scorso, infatti, i liquidatori di Gesip e Gesip srl, hanno avviato le procedure di mobilità per tutto personale. In piazza ci sono bandiere dei sindacati, cartelli e striscioni. In uno c’è scritto “Il signor sindaco il vampiro lo sa fare, hai risanato le casse del Comune di Palermo con il sangue di 1800 famiglie dei lavoratori della Gesip”.

Lo scorso aprile si era raggiunto un accordo tra ministero del Lavoro, Comune di Palermo, Regione siciliana e sindacati. Così, il 2 maggio scorso, gli operai di entrambe le aziende, sono rientrati in servizio per 20 ore settimanali. Il corteo percorrerà le vie del centro città per raggiungere la sede del municipio. I sindacati chiedono “un piano di riordino delle partecipate, facendo transitare tutti nelle altre aziende, con il meccanismo della mobilità orizzontale e assicurando lavoro a tempo pieno per tutti dal primo gennaio 2014” e “la revoca delle procedure di licenziamento, il rientro al servizio di tutti i lavoratori full time e dicono no all’operazione spezzatino che vuole avviare il sindaco, mettendo parte del personale in cassa integrazione e altri al lavoro ad orario ridotto”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook