Archiviato in | Arte e Cultura, Spettacolo

FILM “IL FLAUTO”, OVVERO COME SI REALIZZA UNA FAVOLA

FILM “IL FLAUTO”, OVVERO COME SI REALIZZA UNA FAVOLA

"Esperienze di una catanese sul set del Flauto"

Print Friendly, PDF & Email

Film “il Flauto”. Cosa sarebbe il tempo senza la memoria? Non sarà proprio questa la deriva dell’anima?  Sì, questo è il posto dove il naufrago Gennaro Esposito, magistralmente interpretato da Patrizio Oliva, trova un umanità cristallizzata alla mercé di interessi alieni. Molto peggio di una multinazionale delle emozioni. In questo luogo soltanto l’inconsapevole coraggio di un cuore semplice ci salverà dall’alienazione. Soltanto l’innocenza ci farà assaporare il suono di onde mare, altrimenti invisibili agli occhi. Basta l’armonia di un coro a redimere le sorti di un’umanità espropriata. Ma in fondo, si sa, la musica è cibo per l’anima. Direi che non è poco, anche (o soprattutto), perché ognuno di noi, che fosse attore, cuoco, o semplicemente spettatore, non è mai stato un passeggero ma un compagno con cui condividere un sogno.  “Tra il dire ed il fare c’è di mezzo il mare” ma sarà vero?  Se fosse vero direi che noi questo mare lo abbiamo attraversato remando. Il film, infatti, è stato completamente autoprodotto ed è anche per questo che Luciano Capponi riesce a rendere reale una favola. Credo si chiami coerenza, ossia la capacità di unire forma e contenuto e rendere, agli uomini, il sogno come una realtà comune. Ma il viaggio con Luciano Capponi non finisce mai…, tra qualche giorno, infatti, partirà lo spettacolo teatrale “Due ore all’alba” anche qui Patrizio Oliva sarà protagonista nei panni di Pulcinella. E, con questo spettacolo ci rivedremo presto anche a Catania…

Caterina Magnano di San Lio

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook