Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

OASI DEL SIMETO: ARRIVANO LE RUSPE PER LE COSTRUZIONI ABUSIVE

OASI DEL SIMETO: ARRIVANO LE RUSPE PER LE COSTRUZIONI ABUSIVE

“Oasi del Simeto: all'interno della zona B sono state demolite due abitazioni abusive costruite a San Francesco La Rena. Le villette da abbattere nel prossimo mese sono quaranta. La rabbia dei residenti”.

Print Friendly, PDF & Email

Oasi del Simeto. Su disposizione della Procura della Repubblica di Catania due abitazioni abusive costruite all’interno della zona B dell’Oasi del Simeto sono state abbattute dopo un pronunciamento definitivo del Tribunale. Sono una quaratina le costruzioni abusive al centro dell’attenzione della magistratura. I proprietari di una delle due costruzioni, della quale doveva essere abbattuta soltanto una parte, hanno prima protestato, per poi acconsentire e procedere alla demolizione effettuata da loro stessi. Dopo l’abbattimento di una villetta a 30 metri dalla battigia effettuata al Villaggio Azzurro il 2 luglio scorso, oggi le ruspe sono arrivate nell’area del villaggio Rainbow, a San Francesco La Rena, una zona in cui negli scorsi decenni si è costruito selvaggiamente e spudoratamente nelle zone A e B dell’Oasi del Simeto, classificate come “riserva narurale” e “preriserva”. Le esecuzioni delle sentente di demolizione sono divenute definitive dopo che sono stati rispettati tutti i gradi giudizio, e avviate dalle passate ispezioni antiabusivismo sollecitate dal sindaco Bianco al suo primo mandato nei primi anni novanta. Proprio in quel periodo furono demolite diverse decine di villette abusive. Le altre costruzioni non poterono essere abbattute per via delle opposizioni intentate dai proprietari e che oggi li vedono soccombenti alle sentenze del Tribunale. Altre costruzioni abusive saranno abbattute nei prossimi giorni.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook