Archiviato in | Politica, Politica Regionale

PALERMO: CROCETTA DURANTE RIUNIONE CACCIA DEPUTATO DALLA SALA, E LUI REPLICA

PALERMO: CROCETTA DURANTE RIUNIONE CACCIA DEPUTATO DALLA SALA, E LUI REPLICA

“Il presidente della Regione Siciliana, durante il raduno palermitano dei Drs, notato il deputato Riccardo Savona in platea lo ha invitato a uscire fuori dalla sala. 32 anni fa un analogo episodio accadde anche a Pio La Torre: "C'è qualcuno che non può stare qui" e "Deve uscire immediatamente, per lui non c'è più trippa". E il politico, coinvolto in affari col "re dell'eolico" legato a Messina Denaro, abbandona la sala”

Print Friendly, PDF & Email

Palermo. Il presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta mentre parlava al congresso dei Democratici e riformisti per la Sicilia (Drs) ha notato in platea un politico che stava ascoltando il suo intervento, dopo averlo identificato, lo ha invitato a lasciare la sala. Proprio come fece Pio La Torre 32 anni fa parlando alla conferenza di organizzazione del Pci in un paesino del messinese, Campofelice di Roccella. Identificato il deputato, il presidente Crocetta ha detto: “In questa sala c’è qualcuno che non ci deve stare e deve uscire immediatamente”, facendo riferimento a un episdio analogo accaduto a La Torre. A quel punto Riccardo Savona, deputato regionale dei Drs, si è alzato e ha abbandonato il congresso mentre la gente presente in sala si alzava e applaudiva il presidente della Regione. Savona è stato intercettato dalla Dia mentre parlava al telefono di affari con Vito Nicastri, l’imprenditore considerato il “re dell’eolico” e vicino al boss latitante Matteo Messina Denaro. “La lotta alla mafia e alle connivenze è alla base della mia azione di governo – ha detto Crocetta – Savona ha capito che non c’è più trippa per gatti”.

Crocetta così ha voluto prendere le distanze dal deputato: Savona, ex presidente della commissione Bilancio dell’Assemblea nella scorsa legislatura, alla sua quarta rielezione è tra i deputati più longevi del Parlamento siciliano,. Ex Udc, è stato eletto nella lista di Grande Sud, in appoggio a Gianfranco Miccichè, sconfitto nella corsa a governatore, poi transitato nel gruppo Misto e quindi approdato nei Drs, formazione nata pochi mesi dopo l’inizio di questa legislatura. Attualmente è tesoriere del gruppo parlamentare dei Drs, partito che sostiene il governo Crocetta, il cui presidente onorario è l’ex ministro Totò Cardinale, tessera Pd, e tra i fondatori proprio del partito democratico.

Questa, la replica del deputato Riccardo Savona che pubblichiamo integralmente:

“Quest’oggi l’edizione palermitana del quotidiano “La Repubblica”, ha riproposto – ancora una volta, per l’ennesima volta – un articolo nel quale si narra di miei rapporti con l’imprenditore trapanese Vito Nicastri. Credo valga la pena ricordare a chi finge di non saperlo, che la vicenda risale a parecchi anni addietro, che nel merito l’Autorità Giudiziaria ha svolto approfondite indagini e che mai – dico mai – sono stato oggetto di processi giudiziari sul caso in questione. Lascia pensare che una notizia così datata nel tempo, di molto precedente alla mia adesione al Gruppo dei Democratici e Riformisti ed alla mia recente nomina nel delicato ruolo di Presidente della Commissione spending review, venga adoperata soltanto adesso per ledere la mia immagine ed il mio ruolo nella Istituzione Parlamentare”.

Non nascondo di essere rimasto alquanto stupito ed amareggiato dalle dichiarazioni del Presidente Crocetta. Probabilmente lo stesso non è stato informato dai suoi consiglieri del fatto che quando ho intrattenuto rapporti con il Sig. Nicastri lo stesso era considerato un rispettabile imprenditore e che mai nessuno avrebbe potuto lontanamente immaginare che fosse in contatto con organizzazioni criminali. Venutone a conoscenza ho troncato ogni contatto con lo stesso. Non esiste “la notizia” insomma, se non per il fatto che – ancora una volta – si continua a denigrare la mia persona senza alcun fondamento. Darò mandato ai miei legali di promuovere ogni azione civile e penale volta alla tutela della mia onorabilità nei confronti di tutti coloro che diffondono notizie non rispondenti al vero e lesive della mia persona”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook