Archiviato in | Politica, Politica Regionale

ARS: MUSUMECI RITIENE POSSIBILE LA MOZIONE DI SFIDUCIA A CROCETTA

ARS: MUSUMECI RITIENE POSSIBILE LA MOZIONE DI SFIDUCIA A CROCETTA

“Nello Musumeci: Il presidente Crocetta continua a snobbare il parlamento. La sua reiterata e manifesta volontà di sottrarsi al confronto con l'aula dopo la nostra richiesta, i nostri voti saranno fra quelli necessari alla presentazione della mozione”.

Print Friendly, PDF & Email

Ars. Il deputato regionale Nello Musumeci, così come il Movimento 5 stelle, è pronto a firmare la mozione di sfiducia nei confronti del Presidente della regione Siciliana. Musumeci ha detto: “Il presidente Crocetta continua a snobbare il parlamento. La sua reiterata e manifesta volontà di sottrarsi al confronto con l’aula – come da noi chiesto subito dopo l’apertura della crisi annunciata dal Pd – significa mancanza di rispetto per la rappresentanza popolare e paura di affrontare il giudizio non solo della opposizione, ma anche della sua virtuale maggioranza. La sistematica mancanza di iniziativa del governo continua Musumeci – unita alla irragionevole condotta del presidente, suona come netto rifiuto verso quell’apertura istituzionale ‘a termine’ che noi avevamo manifestato all’indomani della crisi, nell’esclusivo interesse della Sicilia e solo per realizzare due-tre obiettivi emergenziali. Ne consegue che se l’unica via d’uscita da questa drammatica e allucinante paralisi consiste nell’atto di sfiducia del parlamento a Crocetta, – conclude il deputato de la destra – i nostri voti saranno fra quelli necessari alla presentazione della mozione”.

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook