Archiviato in | Cronaca, Cronaca Regionale

ACI BONACCORSI (CT): TENTATO FURTO CON INSEGUIMENTO SPETTACOLARE

ACI BONACCORSI (CT): TENTATO FURTO CON INSEGUIMENTO SPETTACOLARE

Print Friendly, PDF & Email

Aci Bonaccorsi. È finito con un incidente a San Giovanni La Punta, il tentato furto in una abitazione ad Aci Bonaccorsi. Intorno alle ore 20 dello scorso giovedi, infatti, due ladri, approfittando dell’assenza dei proprietari, avevano fatto irruzione all’interno di una abitazione nel centro storico di Aci Bonaccorsi. I due malviventi, però, non avevano ben analizzato gli orari di ritorno dei componenti della famiglia. Mentre i due facevano razzia di tutto quello che trovavano all’interno dell’abitazione, sono rientrati i proprietari e li hanno sorpresi con alcuni oggetti di valore.

È nata una colluttazione verbale tra la coppia abitante della casa e i due  malviventi.  I due uomini, però,  hanno abbandonato subito la refurtiva e sono scappati di corsa in strada. Ad attenderli, però, sembrerebbe che ci fosse un terzo complice già con il motore di un’auto acceso. Immediatamente i tre,  hanno cercato di far perdere le proprie tracce lungo le strade di Aci Bonaccorsi. Il proprietario dell’abitazione, però con molto sangue freddo e non curante dei rischi che poteva correre, è prontamente sceso in strada ed è partito con la sua auto verso l’inseguimento dei ladri.

Per diversi minuti, infatti, le strade di Aci Bonaccorsi sono state scenario di un inseguimento degno del miglior film d’azione.  L’uomo, nel frattempo, aveva prontamente chiamato i Carabinieri spiegando tutto l’accaduto e facendo notare che era in corso l’inseguimento. Nel giro di pochi attimi, l’uomo è stato raggiunto dai Carabinieri della stazione di Viagrande (di cui è competenza anche Aci Bonaccorsi) ed è continuato l’inseguimento lungo la via Guglielmo Marconi di Aci Bonaccorsi. Tra sorpassi cinematografici e velocità degna di una pista da corsa, i tre malviventi hanno distanziato di diversi metri le due auto inseguitrici. I malviventi, però, presi dalla paura o non consapevoli di dove stessero scappando, hanno imboccato la via Per Aci Bonaccorsi in direzione di San Giovanni La Punta. All’ingresso del territorio puntese, si sono ritrovati proprio di fronte la rotonda di “Santa Lucia”.

Visto l’orario e la constante confusione che si riversa quotidianamente in quel tratto di strada, che vede confluire anche le auto da via per Viagrande e le macchine provenienti dal polo commerciale puntese, i malviventi hanno deciso di imboccare dalla parte sinistra la rotonda. Quindi di andare nel senso opposto di marcia. Di fronte, però, giungeva un uomo di cinquantadue anni residente ad Aci Sant’Antonio alla guida della sua Kawasaki. L’auto è entrata in collisione con la moto facendo perdere il controllo al 52enne.

L’uomo è sbalzato in aria andando a finire ad una notevole distanza dalla sua moto, che continuava la sua corsa impazzita. L’auto con a bordo i malviventi, però, come “normale” che sia, ha continuato la sua corsa ed è riuscita a far perdere le proprie tracce. Gli inseguitori, infatti, visto l’incidente accaduto in una zona trafficata, sono rimasti bloccati tra le auto in prossimità della rotonda.

L’uomo alla guida della moto è stato trasportato al pronto soccorso “Cannizzaro” dove ha riportando la rottura di un arto inferiore. Sul posto sono intervenuti anche il comando della Polizia Municipale puntese per rilevare l’incidente e ristabilire il regolare flusso veicolare. Adesso sono partite le indagini per risalire ai colpevoli. (Nella foto la rotonda di Santa Lucia a San Giovanni La Punta)

Commenta la notizia

Su InformaSicilia, tutti gli utenti possono manifestare il proprio pensiero, s'intende, con la piena libertà di esprimere la propria opinione su fatti che possano interessare la collettività o sugli argomenti specifici da noi proposti. I commenti non dovranno in alcun caso essere in contrasto con le norme di legge, la morale corrente e con il buon gusto.
I commenti e i nickname non dovranno contenere:
  • - espressioni volgari o scurrili, ecc.;
  • - offese razziali, verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale ecc.;
  • - esaltazioni o istigazioni alla violenza o richiami a ideologie totalitarie ecc..
I contributi che risulteranno in contrasto con i principi esposti nel Disclaimer non verranno pubblicati.
Confidando nella buona creanza, raccomandiamo di rispettare la netiquette.

Pubblicità

Trovaci su Facebook